Natale in Danimarca, tra candele, biscotti e tradizioni

Fuori l’inverno nordico si fa sentire con il freddo. Dentro le case, però, l’atmosfera del Natale
in Danimarca è piena di calore, di luci e sentimenti.

Lo spirito di Jul, Natale in danese, arriva molto prima del 25 dicembre e accende di splendore
anche le strade e le piazze delle città: appena le poche ore di luce invernale finiscono,
tutto si illumina di festa e magia, con la voglia di celebrare le tradizioni autentiche in famiglia, anche con piccoli gesti, fonte di grande felicità.

Il Natale in Danimarca ha un ingrediente fondamentale: le candele. I danesi accendono una candela dell’avvento al giorno per tutto il mese di dicembre e portano apparecchiano la tavola delle Feste con composizioni speciali, un mix di frutta, foglie e candele, proprio come le corone che addobbano ogni porta di casa e che per tutto il mese si è soliti regalare ad amici e parenti.

Piccoli elfi appaiono alle finestre, sui gradini all’entrata o sulle porte, mentre l’albero di Natale in Danimarca è una vera istituzione: un abete che ciascuno taglia da sé nel bosco
(esiste un apposito treno che collega Copenaghen ai boschi nel periodo natalizio), porta in salotto e decora con candele vere.

I danesi aggiungono poi una stella d’argento o d’oro in punta, bandiere danesi e piccole decorazioni come biscotti, noci e oggettini vari.

Il primo albero all’interno di una casa per il Natale in Danimarca fu messo nel 1811, come ricorda il museo a cielo aperto di Den Gamle By, una sorta di storia vivente attraverso i secoli che è una tappa imperdibile durante le Feste.

Nel cuore di Aarhus, la vivace seconda città più grande del Paese, il museo, detto anche della Città Vecchia è un’oasi per un viaggio temporale nei secoli e per capire completamente l’atmosfera del Natale in Danimarca.

A Den Gamle By è possibile esplorare le dimore storiche e conoscere le origini delle tradizioni danesi, gustare una tazza di cioccolata calda o del cibo natalizio, dolci e golosità delle bancarelle, oppure acquistare addobbi e regali nei negozi d’epoca.

Seguendo le ventiquattro lanterne accese lungo il percorso natalizio al Den Gamle By si intraprende un percorso affascinante e illuminante attraverso la storia del Natale in Danimarca che risale a circa quattrocento anni fa. Dal XVII secolo fino al 1974 si scoprono le decorazioni, vestirsi come un elfo, figura tradizionale a cui i bambini scrivono letterine per ottenere i doni, visitare le case antiche entrando nei soggiorni a lume di candela e con attori in abiti storici.

All’interno di Den Gamle By una sosta imperdibile è la piccola panetteria che fa la gioia di bimbi ed adulti con i dolci tipici del Natale in Danimarca. In particolare i tipici biscotti alla vaniglia, secondo una ricetta originale del 1866.

Den Gamble By permette anche di visitare Aarhus, dove ogni mese ci sono molteplici
attività da fare, tra i musei, come il ARoS Aarhus Kunstmuseum, con la sua passerella arcobaleno, o quello dedicato ai vichinghi, i boschi circonstanti ideali per andare in bicicletta nella natura, così come passeggiare in riva al mare.

Come tutte le città per il Natale in Danimarca ha milioni di luci a decorare le strade e creando una magica atmosfera.

Invece a Copenaghen, da non perdere è lo storico parco dei divertimenti Tivoli, in pieno centro, che per il Natale sembra uscito dalle favole, un vero paese delle meraviglie d’inverno.

Con le sue innumerevoli luci scintillanti, i suoi profumi di vin brulè (gløgg), cioccolata, cannella e pan di zenzero, è un’istituzione per i danesi che amano perdersi nei suoi meravigliosi giardini addobbati per le feste.

Anche se le tradizioni più autentiche del Natale in Danimarca si vivono nelle case, ad esempio con la danza. Il 24 dicembre, tenendosi per mano si balla girando intorno all’albero di Natale
e intonando canzoni natalizie prima di scartare i regali o, in alcune famiglie, prima di mettersi a tavola per la cena.

In Danimarca Babbo Natale (Julemanden) è assistito da un gruppo di Nisse, una specie di elfi dispettosi. I regali dei bambini sono portati da Julemanden il 24 dicembre senza bisogno di camini o magie di mezzanotte: di solito uno zio, un papà o un nonno indossano il tradizionale vestito rosso. Nel folclore tradizionale, Babbo Natale era una figura legata alla casa, si prendeva cura della fattoria e degli animali, e se i contadini lo trattavano bene, poteva dare loro prosperità. Per questo, ancora oggi, i danesi gli preparano una ciotola di porridge alla vigilia di Natale.

Tante sono le specialità gastronomiche del Natale in Danimarca. La tradizione vuole che non ci si alzi da tavola prima di un paio d’ore a base di maiale e anatra arrosto con patate bollite, cavolo rosso e salsa. Per dessert arriva poi il  Risalamande, un budino di riso con salsa alla ciliegia che nasconde una mandorla intera: il fortunato che la trova riceve un premio o un regalo in più.

Ci sono tantissime atre delizie tipiche del periodo natalizio come le æbleskiver, tradizionali frittelle rotonde ricoperte di zucchero a velo, la birra di Natale, il gløgg e le mandorle candite.

Il giorno dopo, anche la colazione di Natale in Danimarca è un’istituzione. Un sontuoso buffet
freddo viene preparato con piatti tipici danesi come aringhe, paté di fegato e pane di segale.
Senza dimenticare la birra di Natale e la grappa.

Info: www.visitdenmark.it , https://www.dengamleby.dk/

Foto Den Gamle By, visitdenmark © Mathias Milton, © Kristian Krogh, © Tine Uffelmann – VisitNordsjælland
© Kim Wyon, © Freya McOmish, Scandinavia Standard, © Brittany Overgaard, © Kystland
© Photopop – VisitAarhus

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/europa/aarhus-cultura-e-gastronomia-per-un-anno-straordinario.html
https://www.latitudinex.com/pensieri-in-viaggio/skagen-il-borgo-dei-pittori-in-danimarca.html

16 Condivisioni

Lascia un messaggio