Spie per un giorno a Tampere

Alla fine, si riceve anche un attestato di “spia”: è un diplomino che va per la maggiore come dono di compleanno ai ragazzi di Tampere. Al museo è ripercorsa tutta la storia dello spionaggio: nelle sale sono esposti parecchi oggetti interessanti, che hanno in sè il fascino del mistero. Si va dal bastone che nasconde un pugnale alla penna spara veleno, al pomello del cambio dell’auto che si trasforma in coltello: tutto l’armamentario che farebbe felice un fan di 007. Ci sono oggetti antichi che arrivano da ogni parte del mondo, India compresa, ci sono cartine che illustrano le posizioni attuali degli informatori, divise militari e sofisticati macchingegni super moderni. Gran parte dell’esposizione è dedicata al lavoro di spionaggio durante le due Guerre mondiali e poi alla Guerra Fredda, si ripercorrono le avventure delle polizie segrete, l’Intelligence britannica, il Kgb, la Cia e l’Fbi, ma non mancano accenni a  figure mitiche come Mata Hari. Tra manichini vestiti come James Bond, maschere antigas, microfilm e camere segrete, si trova pure una vecchia macchina “Enigma”, fondamentale per la vittoria degli alleati durante la Seconda Guerra mondiale. La Finlandia, per la sua posizione geografica, a due passi da quella che era l’Unione Sovietica, è poi sempre stata usata come base per lo spionaggio. E oggi a Tampere si raccontano quei momenti storici e si forgiano nuovi agenti per gioco.
{gallery}/spytampere/spytamperegallery1:190:150{/gallery}
compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

 

mondo  Articoli correlati
Tampere, tesoro tra i laghi
Helsinki, città di mare e di design
Info sulla Finlandia

In collaborazione con www.visitfinalnd.com e www.tampere.fi

 

0 Condivisioni

Lascia un messaggio