Milano nel pallone

I calciatori ci sono eccome e incontrarli è più facile di quanto sembra.
La notte è lunga e c’è tempo per fare un salto in tutti i posti: si inizia con l’aperitivo al Ricci Lounge Bar, in Piazza della Repubblica n°27 (Linea M3 fermata Repubblica) dove spesso, per ingannare l’attesa della cena, c’è la musica di Ben DJ, il dj dei vip. Se si vuole cenare in un clima rossonero, basta attraversare la strada e recarsi al ristorante “Da Giannino”, di cui è socio anche il difensore del Milan, Kakhaber Kaladze. {adselite}

Oppure ci si può recare in via Solferino n°25, in zona Brera (Linea M2 femata Lanza) e mangiare in un clima non solo rossonero, ma anche romantico al ristorante “L’amour” di cui è proprietario Massimo Ambrosini. Se si vuole gustare la cucina giapponese, basta spostarsi in Via San Gerolamo Emiliano, al ristorante “Finger’s” di proprietà di Clarence Seedorf (Linea M3 fermata Lodi), dove più volte è stato visto anche David Beckham. Gennaro Gattuso è proprietario insieme a Christian Abbiati del ristorante “3 Jolie”, in via Induno n°1 (M3 fermata Lanza e Tram 12).
Ma Milano è anche Inter: i brasiliani nerazzurri si possono incontrare a cena al “loro” ristorante “Berimbau”, in via Marghera n°43 (Linea M1 fermata Wagner), il posto scelto spesso dall’attaccante Adriano per festeggiare i suoi compleanni. Se si passa in zona Navigli (Linea M2 fermata Porta Genova), si è amanti della carne delle Pampas e si è fan degli argentini che militano nell’Inter, allora è d’obbligo una puntata al ristorante “El Gaucho”, in via Carlo d’Adda 11 (Linea M2 fermata Romolo), di proprietà del capitano nerazzurro Javier Zanetti.

Chi non si vuole perdere uno spettacolo di danza del ventre, gustandosi un drink o assaggiando piatti marocchini può invece recarsi al “Dar El Yacout”, in via Cadore, 23 (Linea M3 fermata Porta Romana). Qui è facile incontrare il centrocampista dell’Inter Patrick Vieira in compagnia dell’attaccante Zlatan Ibrahimovic. Quest’ultimo di giorno ama invece pranzare insieme alla moglie Helen da “Cova”, in via Montenapoleone (Linea M3 – Montenapoleone). Poi tutti in corso Como (Linea M2- Garibaldi) dove da mezzanotte la Disco Restaurant “Tocqueville” in via Tocqueville 13 si popola. La domenica, entrare nel privé non è cosa semplice, ma un tentativo vale la pena farlo. 
Per la colazione, si può provare da “Princi”, in fondo a Corso Como, ma chi decide di dormire fuori casa, prendendo una camera all’Una Hotel Tocq Milano, qualche calciatore lo incontra. Gli stranieri preferiscono passare la notte in una delle suite dell’Hotel Four Season, in Via del Gesù 8 (linea M3 fermata Montenapoleone), dove in una suite da circa 7.000 euro a notte ha alloggiato David Beckham.  Giorgio Chiellini e altri juventini preferiscono pernottare all’Hotel Michelangelo, in via Scarlatti 33 (Linea M2 fermata stazione centrale).

Gettonato tra i calciatori anche l’Hotel Verdi, in via Melchiorre Gioia 6 (Linea M2 fermata Garibaldi). Dal Verdi è possibile raggiungere la discoteca “Hollywood” a piedi. Il lunedì a pranzo, appuntamento da Mimmo all'”Osteria del Corso”, in Corso Garibaldi 75 (Linea M2 fermata Garibaldi). Anche il mister dell’Inter José Mourinho è passato di lì ed è facile incontrare, oltre ai molti calciatori, Eros Ramazzotti e Belen Rodriguez. Durante la settimana poi è molto facile vedere altri personaggi noti. L’alternativa? Il ristorante giapponese “Bento Bar”, in Corso Garibaldi 104 (Linea M2 fermata Garibaldi).


Le foto a corredo dell’articolo sono di
www.interfc.itwww.seedorf.com – www.kaladze.it

0 Condivisioni

Lascia un messaggio