Dal lusso all’avventura le mete top per lo sci

Corvara, Italia – La chiamano la perla delle Dolomiti e non a torto. Corvara è infatti uno dei luoghi più incantevoli per lo sci. Il paesaggio è dominato dalla varietà di forme che assumono le Dolomiti, come gli spettacolari pinnacoli, guglie e torri, in contrasto con le superfici orizzontali degli altopiani. Adagiata in un‘ampia e soleggiata conca ai piedi del massiccio del Sassongher, questa località è definita la culla del turismo in Alta Badia. Strutture ricettive e ricreative di alto livello e la professionalità degli operatori turistici hanno portato Corvara a diventare una stazione turistica tra le più ambite dell‘arco alpino. Da non perdere l’indimenticabile panorama che si gode dall’altopiano del Pralongià come pure una discesa da brivido sulla pista della Gran Risa. 
Fernie, Canada – Il paradiso per chi ama l’avventura e per tutti quelli che vogliono osare toccando il proprio limite. Le sue piste sono tra le più difficili, pericolose, ed estreme del mondo, in confronto la Gran Risa è una discesa da principianti, nei punti più critici infatti il dislivello raggiunge i 40 gradi di pendenza. Nascosta in una stretta valle delle Montagne Rocciose, Fernie è considerata il cuore della Columbia Britannica. Conosciuta fin dall’antichità come la città delle miniere di carbone, è oggi una meta tra le più ricercate del Nord America. Miniere abbandonate, musei e siti archeologici invitano i visitatori a trascorrere una vacanza anche per chi non vuole cimentarsi sule piste da sci. Si può sempre giocare a golf in un percorso di 18 buche che si snoda al contrario da fondo valle fino in cima alle vette innevate. Sempre in Canada si consiglia anche Whistler, conosciuta per la qualità della sua neve e per la quantità di turisti che ogni anno affollano le piste. Non molto distante dalla costa pacifica e a soli 125 chilometri a nord di Vancouver, ospita ogni anno più di 2 milioni di viaggiatori.
Info: www.skifernie.com

Himachal Pradesh, India – L’estremo dell’estremo per lo sci alpino. Lo Stato indiano dell’Himachal Pradesh – che confina a nord con il Jammu e Kashmir e a est con la provincia cinese del Tibet – è uno dei territori più ostili del mondo. Prevalentemente montuoso con un’altitudine che aumenta gradualmente da ovest a est e da sud a nord. Ad oriente si elevano le cime dell’Himalaya: Shilla (7.026 metri), Leo Purgyal (6.791 metri), Kinnaur Kailash (6.050 metri), tanto per fare qualche esempio. Una destinazione “adrenalinica” per chi ama lo sci alpino, dettata anche dal fatto che qui non esistono né teleferiche, né funivie, né tantomento impianti di risalita “normali”. L’unica maniera di arrivare sulle piste è l’elicottero. Chi ha intenzione di affrontare queste discese deve avere una preparazione speciale e deve obbligatoriamente affrontare un corso su come comportarsi in caso di valanga.
Info: www.himachalpradeshindia.com

Aspen, Stati Uniti 
- Situata nella Contea di Pitkin nello stato del Colorado, Aspen offre una vasta scelta di piste da sci, strutture e trasporti ad alto livello. Divisa in quattro differenti stazioni, ospita oltre 39 teleferiche e un geniale e complesso sistema di autobus integrati alle piste. Ad Aspen ce n’è davvero per tutti i gusti dalle piste di Ajax dove si possono cimentare sciatori e snowbordisti a livello avanzato fino a Buttermilk per i principianti. Mentre per lo sciatore medio si consigliano le località di Snowmass e Aspen Highlands. Per chi poi non ama lo sci, si può sempre visitare gli oltre duecento negozi in giro per la città trastullandosi con lo shopping.
Sierra Nevada, Spagna – Si trova all’estremo sud della Spagna. Da qui salendo per per una strada stretta, che si snoda per trentadue chilometri, si arriva alle stazioni sciistiche più meridionali d’Europa. Da qui, nelle giornate limpide, è possibile ammirare addirittura le cordigliere del Marocco. La Sierra Nevada, complesso montuoso nella regione dell’Andalusia è stata dichiarata riserva della biosfera dall’Unesco nel 1996. Nello stesso anno questi rilievi ospitarono i campionati mondiali di sci alpino. Importante meta turistica del sud Europa, la Sierra comprende vette che variano da 3.480 metri del Mulhacén, fino ai 1.200 dei Peñon de Polarda.
Info: www.andalucia.org

St. Moritz, Svizzera – Simbolo del glamour e della vancaza chic, St. Moritz mostra ancora tutto il suo fascino e, se possibile, ne acquista ogni anno di più. Dicono che a A St. Moritz, il sole splenda per 322 giorni all’anno. Il suo nome ha fatto il giro del mondo e le manifestazioni internazionali attirano qui sportivi di alto livello, star, capi di Stato e famiglie reali. Anche l’offerta in fatto di strutture alberghiere, gastronomia, shopping e divertimenti è altrettanto esclusiva. La guest card funge da biglietto per gli impianti di risalita e per gli autobus, oltre che da ticket per il parcheggio e da biglietto ferroviario. I visitatori possono così approfittarne per scoprire i trenini della Ferrovia Retica che traghettano gli ospiti verso altre mete dell’Engadina: i comprensori sciistici di Diavolezza e Lagalb, il Parco Nazionale in Bassa Engadina, la Val Poschiavo a sud con il Bernina Express o Coira e il Vallese con il famoso Glacier Express.
Info: www.myswitzerland.com

  Speciale neve:
 Giochi bianchi, dal cinema nell’igloo al parapendio
 Quattro passi sulle Dolomiti

 Perle medievali fra le nevi d’Alto Adige
 Posta Zirm, feng shui in Val Badia

 

0 Condivisioni

Lascia un messaggio