Un’estate di stelle a Siena

{gallery}/siena/sienagallery1:190:150{/gallery}
Ben sedici appuntamenti per un cartellone trasversale che spazia dal pop alla lirica, dalla danza classica al tango e a  cui si aggiungeranno, nel corso del tempo, anche altri artisti famosi. Ad inaugurare la kermesse, il 10 luglio in piazza Duomo, sarà Marco Mengoni. Poi arriverà il 12 luglio Giorgio Panariello con il nuovo show e  il 19 luglio sarà la volta dell’Orquesta Buena Vista Social Club featuring Omara Portuondo & Eliades Ochoa, un rendez-vous nelle calde atmosfere cubane con gli “storici” Guarjiro Mirabal, Barbarito Torres e Jesus Aguaje Ramos. Grande attesa il 21 luglio per lo special event di “Siena and Stars”: tra sonorità che  uniscono blues,  rock,  soul,  funky, suoni arabi, radici napoletane e jazz, arrivano Mario Biondi e Pino Daniele, insieme sul palco, nell’unica data finora annunciata oltre a quella di Umbria Jazz. Il 26 luglio sarà invece protagonista la poesia di “In a time Lapse”, l’ultimo album di Ludovico Einaudi, un lungo  interrogativo musicale sul senso del tempo e dello spazio che il compositore torinese proporrà alla kermesse dopo un grande tour mondiale. E il tempo è anche il  tema centrale di un altro album, quello dei Baustelle, che il 28 luglio, a Siena, chiudono la sezione dei grandi concerti pop. Tra le chicche di questa rassegna, che  a Siena farà da ponte ideale tra il Palio di Provenzano e il Palio dell’Assunta, c’è il contenitore Jazz. Nei giorni del 24 e 25 luglio e del 1 e 2 agosto si terranno  concerti, mostre, presentazione di libri, incontri e una serie di iniziative di respiro internazionale e a ingresso gratuito. Il ricco cartellone della manifestazion e propone anche due appuntamenti di alto profilo artistico con la danza e un omaggio, il 30 luglio, a Giuseppe Verdi nell’anno del duecentesimo anniversario dalla nascita. Inoltre, grazie ad un accordo con gli esercenti, chi esibirà un bilgietto della rassegna avrà diritto ad uno sconto in parecchi ristoranti, negozi, musei e alla mostra “Steve McCurry-Viaggio intorno all’uomo”, al Complesso museale di Santa Maria della Scala. Insomma, un’estate piena di stelle, musica e arte. Senza contare il grande patrimonio artistico e storico che offre Siena. A cominciare dal Duomo, maestoso e imponente, con la facciata di marmo bianco, in stile romanico-gotico italiano. E poi il Battistero, con affreschi di Pinturicchio, i vari palazzi nelle vie del centro, fino alla spettacolare piazza del Campo, capace di lasciare senza fiato i visitatori. Proprio lì, il Palazzo Comunale con la Torre dei Mangia, uno dei campanili più alti del mondo, è uno dei posti più belli della città: all’interno ogni sala, già una richezza a se stante, possiede opere d’arte come i celebri affreschi con le scene allegoriche degli Effetti del Buono e del Cattivo Governo, risalenti al Trecento. Tutta Siena è un intricato e magnifico sentiero di capolavori artistici e architettonici. E per chi sazio da tanta arte e di cultura, abbia voglia di qualche sfizio gastronomico, la città è l’ideale con i molti prodotti locali da provare: dai pici alla ribollita, ai formaggi e salumi, magari innaffiati con il vino della zona. La cucina ha una grande tradizione, esattamente come tutto a Siena, e si narra che Caterina de Medici quando partì per la Francia per sposare Enrico, futuro re,  volle con se solo cuochi senesi. Ma non si può dimenticare la pasticceria: qui è un trionfo di cantucci, ricciarelli, panforte, il cui profumo invade le strade del centro e le piazze, anche durante l’estate.
{gallery}/siena/sienagallery2:190:150{/gallery}

compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

Foto  e info  www.sienaandstars.it

0 Condivisioni

Lascia un messaggio