Isola di San Pietro tra natura ed ecologia

{gallery}/carloforte/carlofortegallery1:190:150{/gallery}
Sono stati elogiati persino dall’Ammiraglio Nelson nel suo diario di bordo, dopo una sosta in porto per riparare alcune navi della sua flotta. Chi visita l’isola trova soprattutto grandi e antiche tradizioni, ma anche manifestazioni culturali vivaci. Come il Posidonia Festival, un evento di arte, ambiente e sviluppo sostenibile che si terrà a Carloforte, l’unico centro abitato di San Pietro, dal 12 al 14 luglio 2013. Il programma prevede concerti nella natura, proiezioni di documentari a tematica ambientale in riva al mare, conferrenze ed una eco- fiera partecipata, in cui gli operatori oltre a proporre servizi e prodotti sostenibili organizzeranno attività e incontri a tema. Un’occasione che ben si addice allo spirito di questo lembo di terra sardo, dominato dalla natura. Selvaggia e contrastata, diversa in ogni metro, tutta da scoprire. La costa occidentale dell’isola offre falesie, insenature, grotte, strampiombi ed è dominata dal faro di Capo Sandalo, che poi è quello più occidentale di tutta Italia. La costa orientale, invece,   è bassa, sabbiosa e pianeggiante, intorno a Carloforte, paese dedicato al re Carlo Emanuele III di Savoia che ne volle la fondazione, dominato da lungomare costellato di palme e dal porto dove fanno la spola i traghetti per l’isola madre. Niente di meglio, dunque, che scoprire piano piano l’isola: durante la settimana del festival, dal 9 al 14 luglio, sarà possibile svolgere una serie di attività selezionate proposte dagli operatori del territorio. Itinerari guidati, trekking, escursioni in barca a vela e kayak, immersioni e percorsi nell’Oasi Lipu: qui, nella laguna e nelle saline alle spalle del mare, si possono avvistare molti uccelli migratori, alcune rare specie ornitologiche come il falco pellegrino e il gabbiano corso, e i maestosi fenicotteri rosa, diventati un’emblema di questa parte della Sardegna.  Da non perdere i tanti sport acquatici che permettono di vivere e sfruttare al meglio la meraviglia della natura, come con le immersioni o le gite in barca a vela. Anche l’entroterra offre parecchie soluzioni agli sportivi, come con il trekking, attorniati dai profumi sprigionati dalla macchia mediterranea, in particolare rosmarino e corbezzolo. Ideale per gli amanti della vacanza attiva, ma anche per chi preferisce crogiolarsi al sole nelle piccole baie o a mollo nell’acqua cristallina. Tranquillità e natura sono i comuni denominatori per questo luogo che sembra uscito dall’Eden.
{gallery}/carloforte/carlofortegallery2:190:150{/gallery}

compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

mondo Articoli correlati
Paradiso sardo a Siniscola e dintorni

Foto di www.posidoniafestival.com

0 Condivisioni

Lascia un messaggio