Lago di Jasna, meraviglia alpina della Slovenia

lago di Jasna Slovenia

Torno a raccontarvi le bellezze della Slovenia, perla verdissima e meta turistica molto comoda dall’Italia.
Oggi desidero condurvi leggermente fuori dal circuito turistico più conosciuto a livello internazionale: appena sopra il Parco Nazionale del Tricorno, nella regione dell’Alta Carniola.

Precisamente nel meraviglioso lago alpino di Jasna, frequentato principalmente da un turismo nazionale sloveno,
ma non per questo meno suggestivo dei laghi più noti per cui la Slovenia è conosciuta.

Siamo nella parte nord – ovest del Paese, proprio al confine con l’Italia e con l’Austria.  Ci troviamo di fronte alla maestosità delle Alpi. Vicino la graziosa cittadina di Kranjska Gora, elegante comune in tipico stile montano.

Qui le case assomigliano di più a baite, con i tetti spioventi in legno, ideati per evitare l’accumulo di neve che, in questa regione, cade fino alla primavera inoltrata.

La cittadina è famosa per il casinò Korona e per le sue stazioni sciistiche che attirano un turismo benestante e rilassato. La vita si concentra attorno alla chiesetta, dove una sola strada principale riunisce la maggior parte dei bar, ristoranti, negozietti di souvenir.

E’ d’obbligo una sosta in uno dei forni per assaggiare specialità che già fanno parte della tradizione culinaria austriaca: come il Brezel o lo Strudel. Così come sedersi in uno dei bar e ricaricarsi al sole, respirando l’aria genuina di montagna e godendo lo scorrere della vita, mentre si ammira un panorama d’abeti e di montagne ancora innevate che aprono l’immaginazione, preparando la mente ai paesaggi suggestivi che circondano la cittadina.

Dopo una sosta così, lo spiritò sarà già disteso e il buonumore pronto a guidarvi alla scoperta del territorio.
Irresistibili sono i primi cenni di una primavera  che regala colori accesi alle montagne e distese di fiori ai prati.

E’ curioso notare la differenza rispetto alle Alpi, sullo sfondo, che – ancora innevate – sembrano mantenere un dignitoso distacco dall’arrivo della bella stagione che ingentilisce tutto, ma non tange la loro maestosità. Il contrasto tra il bianco della neve tra cui spicca la forza della materia rocciosa e i delicati fiori sul prato, che invitano alla leggerezza della distensione tipica della primavera, crea un paesaggio vivo di emozioni.

Ma non possiamo fermarci qui a lungo: il lago di Jasna ci aspetta! E’ proprio nelle vicinanze, dopo le prime curve della strada per il valico di Vrsic. Eccolo che appare in tutta la sua meraviglia, tanto che facilmente gli perdoniamo d’essere un lago artificiale (anzi più correttamente si tratta di due piccoli laghi ricavati dalle acque dei torrenti Velika e Mala Pisnica).

Colpisce immediatamente la bellezza del luogo, a cui non manca veramente nulla. Le acque color smeraldo risaltano ancor più grazie alla ghiaia bianca di cui è formata “la spiaggia” del lungolago, che pare così incastonato come una pietra preziosa nella sua montatura. Ma è lo scenario intorno a colpire maggiormente, con le montagne ricoperte dai boschi e le Alpi innevate a capo di tutto. Il verde e il bianco qui sono i colori che spiccano e ci richiamano alla natura. L’aria fresca e genuina di montagna invita all’esplorazione. Non mancano, tra l’altro, passerelle in legno e guardiole su cui salire per poter ammirare il lago dall’alto. E’ come tuffarsi anche noi nel riflesso del panorama in queste acque stupende, che ci rimandano – fedeli – il contorno che le circonda. 

E’ un dipinto d’acqua e di colore, dove non può certo mancare il tocco di lilla della primavera, che ci regala una fioritura di montagna adagiata giusto sulle sponde del lago. Dei fiori forti e delicati al tempo stesso, messi lì dalla natura per ricordarci la perfezione.

Così come una casetta costruita – chissà da chi e chissà perché – con tronchi e cortecce, adagiata sull’acqua tanto trasparente che pare galleggiare, ci ricorda – invece – l’imperfezione di un gioco d’infanzia o forse solo le favole antiche di boschi e di gnomi.

Come quello scolpito dal legno, seduto su una panca all’interno di una metaforica finestra, anch’essa scolpita in legno, che incornicia il lago, orgoglio di Kranjska Gora. Come non fermarsi, anche noi seduti su questa panca, e scattare una fotografia insieme allo gnomo? 
Giocando con il paesaggio mozzafiato che ci circonda e avvolge perfino i nostri pensieri bambini, in un’atmosfera allegra e leggera.

Ci si rilassa al lago di Jasna, lontano dallo stress delle città e dalla velocità della vita moderna. Si può fare sport, passeggiare, si può nuotare nel lago d’estate o affittare canoe per navigarlo. E’ possibile pescare in maniera regolamentata. Prendere il sole. O gustarsi un buon caffè o una torta ai saporitissimi frutti di bosco al bar proprio sul lago, che affitta anche biciclette.

Prima di cedere alla tentazione di sederci sulle sponde del lago o sui prati intorno e restare così: in una contemplazione benefica e in un dolce oblio del resto del mondo, guardiamoci intorno, scoprendo il perimetro del lago ed esplorando il torrente retrostante. Qui si apre un bel panorama tipico della montagna, con l’acqua che scorre, allegra e chiarissima, su un letto fatto di sassi bianchi e levigati. Un paesaggio che invita a camminare e ad immaginare; a superare il fiume e nasconderci nell’ombra del bosco. O a fare lunghe passeggiate al sole; a bagnarsi con l’acqua fresca del torrente; a raccogliere i ciottoli per poi lanciarli di nuovo nell’acqua. Che invita a pensare ma in maniera lieve, perdendosi nella perfezione della natura che ci accoglie, in un’ampiezza tutta da esplorare.

Tornando al lago, d’obbligo è una sosta alla statua dello Zlatorog: il camoscio bianco dalle corna d’oro, partorito direttamente da una leggenda slovena che lo vuole guardiano di un tesoro nascosto sui monti. E forse è realmente così. Questo camoscio posto qui, in posizione strategica, sembra abbracciare il punto migliore per godere del panorama del lago e idealmente difendere tutto il territorio. Capo guardiano, con le sue maestose corna, di un tesoro che è anche l’anima di questo luogo: fatto di boschi, di aria, di vento, di acqua, di montagna, di roccia, di neve e di natura sovrana. Una ricchezza immateriale tratteggiata di verde smeraldo, di verde bosco, di bianco e di blu del cielo. Un’anima di pace e di verità.

Un paesaggio meraviglioso e forte su cui vegliare, custodendone segreti e racconti di natura  di una montagna dura quanto accogliente, con le sue Alpi e i torrenti e la gemma che è il lago di Jasna. Trascorrete qui del tempo, che sia una giornata soltanto e un periodo di soggiorno più lungo. Questo luogo è fatto per rinvigorire e rigenerare, per darvi energia nel corpo e rilassamento nella mente. E’ fatto per abituarsi alla meraviglia. 

Info: www.slovenia.info
Foto di Paola Tornambè

43 Condivisioni

Lascia un messaggio