Bragança, dove soffia il vento della storia

Nessuno sa con esattezza a cosa servisse immortalare i maiali con statue disseminate su tutto il territorio, sta di fatto che queste figure simboleggiano una sorta di sacralità per gli abitanti del luogo. Alcune fonti storiche credono che si tratti di idoli che inneggiano alla prosperità o raffigurazioni di divinità legate all’età del ferro. Secondo gli abitanti sono semplicemente un modo per delimitare le proprietà terriere. Nei dintorni di Bragança c’è un piccolo paese che merita di essere citato per una storia singolare.  Si tratta di Boticas. Boticas La storia racconta che intorno al 1800 i contadini, per nascondere le provviste dagli attacchi degli invasori fecero una grande buca nel terreno dove vi deposero anche numerose bottiglie di vino. Una volta passato il pericolo, nel dissotterrare il vino, scoprirono che il sapore era notevolmente migliore. Il gusto era così corposo e buono che i contadini lo chiamarono “Vino dei morti”. Ancora oggi i produttori di vino di Boticas sotterrano le bottiglie lasciandone invecchiare il contenuto per circa un anno.

Le nostre scelte

Dormire: A Bragança dovrete accontentavi di dormire in B&B o nelle classiche pousadas, gli hotel di lusso non esistono. Vi consigliamo gli alberghi a intorno al Castelo nella parte vecchia dove regna un atmosfera medievale d’altri tempi. Da qui è possibile infatti ammirare il nucleo storico della città chiuso dalle mura. E la Torre de Menagem alta 33 metri è considerata la chiave di volta della difesa della città.
 
Mangiare
I piatti sono quelli tipici della terra fredda, quindi principalmente carne fatta alla brace. Da assaggiare il capretto del parco  Montesinho, cotto in una mistura di fagioli. Della regione sono tipiche le castagne cotte sotto terra con la brace e talvolta sostituite da una padella speciale fatta di terracotta. Il piatto meno conosciuto è la cascascasulas, una cucina elaborata a base di fagiolini verdi seccati al sole e fagioli cotta sul fuoco molto lentamente.  

  Clicca qui per vedere la mappa su Google

0 Condivisioni

Lascia un messaggio