Helisngor, il castello di Amleto

{gallery}/helsingor/helsingorgallery1:190:150{/gallery}
Il M/S Maritime Museum verrà inaugurato il 29 giugno e sarà un concentrato di avventura al sapore di mare: in mostra elementi legati al mondo dei marinai, dalla moda ai tatuaggi, strumenti per la navigazione e affascinanti modelli di imbarcazioni. Tutto questo all’interno di una spettacolare cornice architettonica contemporanea, che ricorda proprio una nave, mentre nelle sale si ripercorre la Storia della Danimarca, potenza marittima e commerciale sin dai tempi dei Vichinghi. Per mezzo millennio le navi mercantili e i marinai danesi hanno connesso il mondo. Nel XVIII secolo la Nazione faceva parte di quel fiorente scambio commerciale che trasportava the, argento, zucchero e schiavi attraverso gli oceani collegando Europa, Africa, India, Cina e le Americhe. Anche Helsingør ha risentito di questa attività portuale, con i suoi moli, su uno dei quali, prosciugato, sorge il museo moderno con un ampio spazio destinato a vari eventi. Le stradine acciottolate e gli angoli del paese sembrano, però, uscire da un’altra epoca in uno strano ma efficace connubio tra passato e presente. Sullo sfondo, con il mare davanti solcato  spesso e volentieri da barche a vela in competizioni sportive, se ne sta il castello di Kronborg. Un’antica fortezza circondata da cannoni che si fonde con un edificio rinascimentale, quasi a sottolinare che da queste parti i mix architettonici e artistici sono ben riusciti. Non è un vecchio maniero qualsiasi, anzi, è una struttura viva e palpitante dove is possono visitare le magnifiche sale interne, come quella per i banchetti, usata oggi per convention e meeting vari, le casematte, i labirintici passaggi e i quartieri dei soldati. In estate si anima  tutto per le serate dedicate ad Amleto: fin dal 1800 il castello ha ospitato rappresentazioni del dramma. Quest’anno, dal primo al 10 agosto, la la compagnia del The Globe Theatre presenta “Shakespeare al Castello di Amleto”, ma anche del Mercante di Venezia.  Non solo, il dubbioso Principe di Danimarca è il protagonista di un tour particolare, che si svolge ogni giorno alle 16, da giugno ad agosto, per scoprire l’ambientazione dell’opera teatrale. Ma Amleto non è l’unico fantasma che abita il castello, c’è anche il potente e antico eroe Holger il Danese, che guarda tutti torvo dal trono di pietra posto nei sottorranei di Kronborg. La leggenda raccolta che Holger abita in questi luoghi e che la sua barba è lunghissima tanto da essere raccolta a gomitolo sul pavimento,  perchè lui possa dormirci sopra finché la Danimarca non sarà in pericolo mortale. Se il pericolo dovesse presentarsi, l’eroe, di cui si parla già nella Chanson du Roland, si risveglierà per liberare la nazione. Holger è anche protagonista di una curiosità: il più grande gruppo di resistenza danese durante la Seconda guerra mondiale si chiamava proprio Holger Danske, come il leggendario re. La costruzione di Kronborg è dovuta ad un altro sovrano, più recente del mitico re nemico di Carlo Magno: fu Federico II a volere il castello tra il 1574 e il 1585 nel punto dove la Danimarca è più vicina alla Svezia. All’interno una mostra interattiva illustra la storia dell’edificio e di come fu utilizzato durante il Rinascimento. Ancora una volta, nella vivace Helsingør, modernità e passato si sposano alla perfezione.
{gallery}/helsingor/helsingorgallery2:190:150{/gallery}

compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

mondo Articoli correlati
Copenhagen divertente con il Tivoli
Una sirenetta da fiaba per Copenhagen
Info utili sulla Danimarca

Foto di www.visitdenmark.com

0 Condivisioni

Lascia un messaggio