Pantanal, qui la natura è padrona

Le porzioni visitabili del Pantanal sono due: quella settentrionale, situata nello stato del Mato Grosso e quella meridionale, nel Mato Grosso do Sul. Per avvicinarsi alla prima, la città di appoggio è Cuiabà. Qui si può noleggiare un’auto (non è necessario un 4×4, ma se c’è è meglio) e percorrere la statale verso sud fino alla cittadina di Poconé. Di colpo finisce l’asfalto e si entra in un altro mondo. Oltre uno steccato di legno, che sembra l’ingresso di un ranch, inizia la strada Transpantaneira, totalmente sterrata, che 120 chilometri più a sud termina a Porto Jofre (più che un paese, un insediamento) sul Rio São Lourenço. Percorrere la Transpantaneira vuol dire anche attraversare qualcosa come uno o due ponti di legno ogni chilometro.

L’aspetto non è rassicurante, ma queste strutture si rivelano in realtà solidissime tanto da reggere anche camion carichi di bestiame, come può capitare di osservare lungo la strada. Ma l’osservazione più suggestiva è quella della fauna. Ovunque, grazie anche al paesaggio molto aperto, verdissimo, ma privo di vegetazione chiusa e opprimente a farla da padrone sono aironi, cicogne jabirù (o tuiuiù) dal collo rosso e nero, capibara, e pappagalli azzurri. L’abitante più tipico del luogo però è il caimano jacaré, presente in numerosi individui ovunque ci sia una goccia d’acqua. Che qui vuol dire ovunque. Non sono rettili pericolosi per l’uomo e con i loro due metri di lunghezza media danno la sensazione elettrizzante di poter avvicinare (con cautela) un coccodrillo nel suo ambiente naturale.

Per affrontare il Pantanal meridionale si può invece arrivare in aereo a Campo Grande e da qui affidarsi a una delle numerosissime agenzie che offrono pacchetti con trasferimento e soggiorno compresi. Ma per chi vuol fare da sé anche qui si può prendere un mezzo a noleggio e procedere in direzione di Corumbà. C’è solo da fare un po’ più strada rispetto al Pantanal settentrionale per arrivare al nocciolo della regione, ma una volta entrati nel mondo delle paludi anche qui la natura saprà ricompensare con gli stessi meravigliosi spettacoli.

Le nostre scelte:

Dormire
I lodge lungo le due direttrici (nord e sud) non mancano. Dipende da quanta strada si è disposti a fare. A nord il posto migliore è sicuramente la Pousada Pixaim, più o meno a metà strada fra l’inizio della Transpantaneira e Porto Jofre. A sud da provare è la Pousada Caiman. Per raggiungerla si arriva a Miranda (200 km da Campo Grande) e si svolta verso nord per un’altra sessantina di chilometri.

Mangiare
Avete mai pensato di poter pescare i famelici piranha e poi – ribaltando il programma – mangiarveli voi? Qui è possibile. Non è il pesce più buono del mondo, ma vale la pena provare l’esperienza. Restando sul pesce – rigorosamente d’acqua dolce – da provare assolutamente è quello che da queste parti chiamano Pintado.

 >> Vai alla Fotogallery 1

 >> Vai alla Fotogallery 2

  Clicca qui per vedere la mappa su Google

  Articoli correlati:
 Info utili sul Brasile
 

0 Condivisioni

Lascia un messaggio