Natale di tradizioni in Baviera

{gallery}/baviera/bavieragallery1:190:150{/gallery}
Quasi fosse un gioco di alternarze, temperature e paesaggi: la valle appare spettrale dietro un muro di nebbia, con gli abeti a disegnare ombre tra le brume, e poco più su il sole rende vivi i colori delle montagne. Con uno sbalzo di quindici gradi, si è nella piccola frazione di Oberjoch, anch’essa meta del turismo da sci. Alla luce forte del sole le piante si incendiano di rosso, giallo e verde scuro, il cielo è limpidissimo senza una nuvola e invoglia alle passeggiate anche gli animali. Questa è una zona agricola, un po’ come tutta l’Allgäu, o Algovia, nella Baviera del Sud-Ovest, dove le mucche sono allevate per il latte e i formaggi. A Oberjoch si viene anche per gustare uno dei piatti tipici algovesi, gli Allgäuer Kässpatzen, una pasta all’uovo tipo ghocchetti conditi con formaggi locali, compreso il Bergkäse, prodotto nella zona con latte di mucca crudo, e con cipolle arrostite, accompagnati da una freschissima insalata. Si mangiano in una baita con fattoria annessa e con Sissi e Franz, due maiali mascotte del ristorante, che si aggirano indisturbati tra cavalli, muli, gatti e cani. Una scena idilliaca ravvivata dal sole quasi autunnale.
Ma questo è il tempo del Natale, anche se la neve stenta ad arrivare. Appena fa buio, si può tornare a Bad Hindelang a scoprire la magia del periodo. Tutto il paese si trasforma in un vero e proprio villaggio natalizio con bancarelle, cibo e un mare di luci fatto di 170 mila lampadine. In un’atmosfera da “incantato mondo delle favole” si svolge ogni venerdì e domenica l’unico corteo natalizio di tutta la Germania: 140 figure fantastiche, angeli, elfi, schiaccianoci, reginette delle nevi, gnomi, orsetti, Nonno Gelo, Babbo Natale e persino Pippi Calzelunghe, sfilano a piedi, sui carri o in groppa agli animali. Altre attrazioni sono il presepe vivente con cori di musica tipica e la messa in scena del famossismo canto “Astro del ciel”, ovvero “Stille Nacht, Heilige Nacht” in tedesco. Queste caratteristiche rendono il mercato natalizio di Bad Hindelang molto suggestivo.
{gallery}/baviera/bavieragallery2:190:150{/gallery}
Da qui si può raggiungere
Sonthofen, un altro borgo vicino che ha una tradizione unica. Secondo un’antica usanza, nella notte tra il 5 e il 6 dicembre, i selvaggi abitanti delle montagne scendono in città facendo un gran baccano. Sono i Klausentreiben, omoni vestiti di folte pellicce, sul capo una maschera e le corna delle mucche, in mano dei bastoni con cui frustano i malcapitati che osano attraversare la loro strada. Scuotono gli enormi campanacci che portano al collo, bussano alle porte delle case per “spaventare” i bambini,  inseguono chi osa sfidarli. Il tutto tra il divertimento della folla e dei più piccoli, che adorano essere avvicinati da questi “mostri”. Sicuramente una delle tradizioni dell’Allgäu più amate, ma non certo l’unica. Durante il periodo natalizio ogni città della zona risplende del suo mercatino e delle sue luminarie.
Per visitare al meglio la regione, si può fare base a Kempten, vivace, giovanile e moderna, con il suo ampio spazio per i concerti di ogni genere e il centro dominato dal Municipio. Proprio nella piazza sottostante si svolge il mercatino più grande dell’Algovia con tante proposte artigianali, come i gioielli in vetro e i giocattoli in legno, le candele e le decorazioni natalizie. La fama di Kempten, antica città celtica e poi romana a 100 chilometri da Monaco e a 50 dal lago di Costanza, è legata ai presepi: oltre ad una mostra vicino al mercato con opere fantasiose e altre più in linea con la tradizione, offre la possibilità di imparare a costruire un presepe in legno da soli alla Krippenbaushule.
{gallery}/baviera/bavieragallery3:190:150{/gallery}
Da Kempten è facile arrivare a Memmingen, l’altro grande paese della zona, dotato di aeroporto collegato anche all’Italia. Memmingen è riuscita a conservare il suo impianto medievale e il patrimonio architettonico, come con la chiesa di St. Martin che possiede uno dei più pregevoli cori lignei di epoca gotica di tutta la Germania e la Frauenkirke con dipinti del XV secolo. Ma la tradizione natalizia vuole qui, oltre al consueto mercatino, un presepe dipinto molto amato dai bambini durante l’Avvento e dove appaiono anche uccellini, volpi, cerbiatti e gatti insieme alla Natività. Infine, per calarsi ancora di più nell’atmofera natalizia si va a Ottobeuren. È una sede di pellegrinaggi con l’Abbazia Benedettina che domina il borgo, maestosa e imponente, sin dal 550. Rifatta per l’anniversario millenario del 1764, all’interno è barocca in un tripudio di angeli di ogni dimensione, circa 1200. Vicino all’abbazia c’è una tappa gourmet da Hirsch, antico birrificio artigianale, ma soprattutto c’è la pasticceria-panetteria Hasebäck. Qui da dieci generazioni i proprietari sfornano dolci e pani con ingredienti a chilometro zero e lo chef Klaus Osterrieder offre lezioni su come impastare, cuocere e decorare i biscotti natalizi. Un divertimento per grandi e piccini, visto che ci sono corsi anche per i bambini. Un’esperienza da provare per calarsi ancora di più nell’atmosfera tradizionale del Natale bavarese.
Dove dormire: bigBox Hotel, Kotterner Straße 62, 87435 Kempten (Allgäu), Germania, tel +49 831 512880, www.bigboxhotel.de Nuovissimo e moderno, l’hotel si trova a cinque minuti a piedi dalla piazza del Municipio, davanti ad un grande centro commerciale, e attaccato all’Auditorium per concerti. Adatto ad una clientela d’affari, con parecchie stanze singole, minimaliste ma confortevoli, ristorante molto frequentato con piatti gustosi e abbondanti, colazione con ampia scelta, wi-fi gratuito.
Come arrivare: l’aeroporto di Memmingen dista solo dieci chilometri dalla città ed è la porta della Baviera. Si trova ad un’ora di distanza da Monaco, con cui è collegato tramite bus. Tra i voli, Ryan Air collega Memmingen con Roma Ciampino tre volte alla settimana, martedì, giovedì e sabato. Ryan Air collega Memmingen anche con Alghero.
{gallery}/baviera/bavieragallery4:190:150{/gallery}

compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

mondo Articoli correlati
Il gioioso Natale di Monaco

Foto di Sonia Anselmo, www.bayern.by, www.sonthofen.de
Info www.allgaeu.info, www.bavieraturismo.it
In collaborazione con www.germany.travel.it e www.ryanair.com

0 Condivisioni

Lascia un messaggio