Francia, un anno di ricorrenze di Storia, cinema e natura

.

Appuntamento con la Storia, con la natura, il cinema e con i borghi da scoprire. La Francia si concentra su questi
punti di forza per il turismo nel 2019, con i numeri sempre più in crescita, soprattutto da parte di visitatori
italiani, come sottolineato in una serata di presentazione a Roma da Frédéric Meyer, direttore di Atout France.

Moltissimi sono gli eventi sparsi da nord a sud, in quasi tutte le regioni, che ruotano intorno alla Storia,
che sembra essere il vero faro d’attenzione per l’anno, che casualmente è pieno di ricorrenze importanti.

La Valle della Loira, con i suoi castelli, celebra con un ricchissimo calendario i 500 anni dalla morte di Leonardo
da Vinci: non solo, essendo anche i cinquecento anni dalla nascita della regina Caterina de Medici, i festeggiamenti in suo onore si mischiano a quelli del genio italiano, soprattutto al Castello di Chenonceau, che lei rifece a suo gusto. (per i dettagli qui https://www.latitudinex.com/europa/leonardo-valle-della-loira-rinascimento.html)

Sono anche passati 75 anni dal D-Day e la Normandia si prepara a festeggiare la ricorrenza con molti eventi
e animazioni a tema. Si renderà omaggio ai veterani tra ricordi ed emozioni: il 6 giugno si sarà la Cerimonia Commemorativa Internazionale in presenza dei capi di Stato e degli ex soldati che parteciparono alla giornata che cambiò le sorti della Seconda Guerra Mondiale.

Sui luoghi dello Sbarco, come la famosa e sanguinosa Omaha Beach, ci sarà un gigantesco pic nic come a sottolineare che il dolore e il dramma lasciano lo spazio alla memoria e ai valori fondamentali come la Pace, la Riconciliazione, la Libertà. E poi lanci con il paracadute, balli, sfilata di militari e molto altro ancora.
(www.normandie-tourisme.fr/it).

Non solo, la Normandia sarà protagonista anche di imperdibile show: l’Armada, uno dei più grandi raduni marittimi al mondo, con la presenza di velieri storici e leggendari come l’Amerigo Vespucci, invaderà con una cinquantina di navi la costa da Rouen, con le imbarcazioni che risaliranno la Senna fino all’estuario del fiume, tra Honfleur e Le Havre. (www.armada.org).

La città normanna, che ha da poco compiuto cinquecento anni, si riconferma come un punto di attrazione tra architettura moderna e natura: Le Havre punta alle nuove mostre al MuMa, come una dedicata a Dufy, l’artista della prima metà del XX secolo nato proprio qui, alla trasformazione del look di antichi hotel al porto, e su un’estate a portata di tutta la famiglia, con eventi dedicati ai più piccoli, oltre alla tradizionale regata e allo splendore delle scogliere di Etretat, a pochi minuti dalla città. (www.lehavretourisme.com).

Il viaggio nella Storia e nei secoli della Francia continua in Corsica per i festeggiamenti per la nascita, duecentocinquanta anni fa, di Napoleone. Tra il 13, il 14 e il 15 agosto un grande festival musicale con moltissimi nomi internazionali sarà al centro degli eventi ad Ajaccio.

Non solo, Napoleone qui è una vera gloria, non solo per le ricorrenze, e quindi si può sempre fare un tour sulle sue orme, compresa la casa dove venne al mondo, in rue Saint Charles, nel cuore della città vecchia, oggi
museo.

Ma la Corsica richiama alla mente un altro liet motiv della Francia: la natura incontaminata. Mare, montagne, entroterra e anche gastronomia sono da sempre i fiori all’occhiello dell’isola. Tra gli appuntamenti tradizionali, la decima edizione della regata di vela tra fine agosto e inizio settembre che tocca tutti i porti più importanti della Corsica, il Festival dedicatoal cibo a Aléria, antica città romana sulla costa orientale, dal 27 al 28 aprile 2019, e il Festival Mediterraneo della Moda e del Design a Bastia, dal 13 al 16 giugno, che attira i creativi di tutto il mondo. (www.visit-corsica.com)

Altra ricorrenza importante da festeggiare sono i cento anni degli studi La Victorine a Nizza, da dove è passato
tutto il cinema francese. Ed è proprio il mondo di celluloide il protagonista assoluto per tutto l’anno nella bella città della Costa Azzurra: l’imperdibile Carnevale di Nizza è dedicato al Re del Cinema, dal 16 febbraio al 2 marzo, mentre si alternano mostre, esibizioni, appuntamenti vari sotto il segno dei riflettori. Inoltre, ricorrono anche i 100 anni dalla scomparsa del pittore impressionista Pierre Auguste Renoir, al quale saranno dedicati altri eventi.

Nizza, poi, è una base ideale per scoprire tutto il territorio, dalla montagna al mare, in maniera ecologica, non solo con le biciclette, ma anche con i tram sostenibili che portano ad esplorare tutto il patrimonio ricco di bellezze naturali e impregnato di Storia, in linea con gli obiettivi turistici della Francia. (www.nicetourisme.com, www.nicecarnaval.com)

La Costa Azzurra, meta privilegiata dai visitatori italiani anche per la vicinanza e per la facilità dei collegamenti, offre tantissimi spunti. Molti sono in linea con la natura, come ad esempio i 130 chilometri della Strada della Mimosa che va da Barnes Les Mimosas a Grasse,patria della profumeria, quella della lavanda che arriva fino in Provenza e quella dei giardini che si sviluppano su tutto il territorio, e che vengono festeggiati con la seconda edizione del Festival dei Giardini della Costa Azzurra, a tema “Sogni di Mediterraneo”. Il tutto
sotto il segno dei colori: giallo, viola, verde e ovviamente il blu del mare. (www.cotedazurfrance.fr)

In Costa Azzurra ci sono moltissimi borghi da scoprire. Come quelli più famosi come Saint Tropez, la città più vegana di Francia, grazie all’influenza di Brigitte Bardot, con le sue spiagge mitiche e con l’Indian Week, una settimana a giugno dedicata ad una manifestazione culturale ed economica sulle relazioni privilegiate tra le due destinazioni, tra musica, cucina e convegni, e all’edizione degli incontri internazionali della mobilità sostenibile a settembre (www.saintropeztourisme.com) e come Cannes, patria indiscussa del cinema con il famoso Festival di maggio, con la celebre Croisette con un nuovo look, e con visite particolari, con abitanti come guide che portano alla scoperta dei luoghi più segreti. (www.cannes-destinazione.it).

Ci sono, però, anche borghi meno conosciuti come Biot, un sorprendente villaggio, vicino ad Antibes, dedicato tutto all’arte, con moltissime manifestazioni: ad esempio tutti i giovedì dell’estate sono dedicate alle Notti dell’Arte con laboratori, passeggiate a tema e concerti. Non solo, Biot è il centro del vetro soffiato: questa antica pratica artigianale verrà celebrata con il festival Souffleurs d’avenir a fine aprile 2019, con incontri, workshop e animazioni per tutti, grandi e piccini. Biot, in ogni mese dell’anno, è un concentrato di atelier e negozi
dove si può ammirare questa arte e non solo, ci sono anche mini corsi per novelli soffiatori di vetro, oltre alla possibilità di ammirare il borgo immerso nella natura e nella Storia, soprattutto medievale. (www.biot-tourisme.com).

Per visitare tutto questo in Francia, i collegamenti con l’Italia sono privilegiati. Air France-KLM ha in serbo nuove destinazioni per l’estate 2019, con la possibilità di volare da Palermo e Olbia e l’intensificazione delle rotte dalla Sicilia, Sardegna e Napoli. (www.airfrance.it) Per chi preferisce il treno, Thello porta a prezzi ridotti da Milano e da Venezia direttamente in Costa Azzurra fino a Marsiglia senza cambi al confine. (www.thello.com).

Info: www.france.fr

Foto www.lehavretourisme.com, www.nicetourisme.com,www.cotedazurfrance.fr, dreamstimes.com

33 Condivisioni

Lascia un messaggio