Non solo cowboys e JR a Dallas

{gallery}/dallas/dallasgallery1:190:150{/gallery}
Spesso in questo ranch di 300 acri, un tempo residenza privata, si svolgono anche rodei: sono una delle attrazioni più tipiche di Dallas e dintorni. La metropoli offre molte possibilità di assistere ad uno di questi show molto popolari: tra i più amati spettacoli tra cowboys e bestiame c’è il Rodeo Mesquite, a 15 minuti dal centro ed è sicuramente il posto più frequentato dai locali. Ma Dallas non è solo questo: il Distetto del Centro ospita un gran numero di attrazioni, tra shopping, divertimento, locali e luoghi come lo zoo, tra i più antichi degli Stati Uniti, il Dallas Convention Centre e il West End Marketplaces, un concentrato di ristoranti. Da non perdere è anche l’aspetto culturale della città texana come nei musei, in particolare il Centro di Scultura Nasher: piccolo ma ricco di capolavori di artisti come Rodin, Picasso, Mirò e Liechtenstein, con un giardino panoramico tra fontane e sculture immerse nel verde. Oppure il DMA, il museo principale d’arte, con la sua raccolta di ben 23 mila pezzi che va dai pittori europei alle sculture delle isole del Pacifico e ai classici dell’Impressionismo come con alcune opere di Edoaurd Manet e Paul Gauguin. Tra le curiosità, da visitare è il Museo del Sixth Floor, chiamato così perchè si trova al sesto piano dell’ex magazzino dei testi scolastici del Texas: vi è esposta la storia di Dallas attraverso fotografie  e manufatti, ma sopratutto è il luogo dove Lee Harvey Oswal sparò a John F. Kennedy nel 1963.  Dallas, relativamente giovane come città, essendosi sviluppata nell’Ottocento, ha diverse anime: quella più genuina del sud degli Stati Uniti con i rodei e i cowboys, quella culturale dei musei e quella moderna degli edifici più contemporanei. Tra questi, merita una visita la Reunion Tower, uno dei simboli di Dallas con i suoi cinquantacinque piani. Con l’ascensore si può raggiungere la cima dell’edificio e poi salire gli 837 gradini per accedere al livello più alto e ammirare la città in versione panoramica. Un altro aspetto della metropoli è senz’altro quello “verde”: un giro al Fair Park con i suoi 277 acri a pochi chilometri dal centro è una sosta rigenerante insieme al White Rock Lake, con il suo enorme parco, il suo santuario per gli uccelli, le sue nove miglia di percorsi per lo jogging, i suoi eventi di vario genere, sportivi o artistici. Dotata di un clima mite, di gente dallo spirito gioviale e di numerose attrazioni di ogni genere, Dallas è una meta diversa  per un viaggio nel profondo Sud dell’America. Non solo JR, dunque.
{gallery}/dallas/dallasgallery2:190:150{/gallery}

 

compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

 

Foto di www.visitdallas.com,   www.southfork.com

 

0 Condivisioni

Lascia un messaggio