Serpent Mound, mistero al solstizio d’estate in Ohio

La sfera del sole al tramonto si infila perfettamente tra le fauci spalancate mentre intorno la musica esplode. Serpent Mound, in Ohio, diventa ancora più magico e misterioso per il solstizio d’estate.

Proprio in questo periodo, ogni anno si svolge un festival un po’ hippy e un po’ new age che attira centinaia di appassionati tra suoni, appuntamenti, mostre fotografiche, visite guidate specifiche e tanto altro ancora: per il 2021 è previsto dal 18 al 20 giugno.

Giusto in tempo per ammirare lo spettacolo del sole che viene inghiottito dalla forma del serpente su un altopiano della valle di Brush Creek, nel parco nazionale della contea di Adams, vicino Peebles, in Ohio, a circa 160 chilometri da Columbus.

La magia è davvero unica: Serpent Mound ha la bocca spalancata che sembra mangiare il sole mentre questo tramonta su una collina a distanza, chiamata proprio Solstice Ridge. La stessa scena si ripete con l’alba del solstizio d’inverno, mentre le spire hanno dimostrato di essere allineate secondo altre fasi solari e lunari.

Serpent Mound è uno dei siti più misteriosi della terra, dove archeologia, astrologia, antropologia, geologia, natura e antichi culti si mescolano in un mix difficile da districare per scoprire le vere origini.

Tante le ipotesi legate al luogo dell’Ohio, dalla chiara forma di un serpente che si allunga sulle rocce e la vegetazione, perfettamente vedibile nella sua totalità dall’alto.

Secondo alcune teorie Serpent Mound sarebbe il cratere lasciato da un meteorite durante la preistoria, per altre sarebbe il tumulo sacro delle popolazioni indigene della zona, infine per altre ancora sarebbe il segno rimasto di una civiltà preistorica molto più raffinata e ingegnosa di quanto si pensi.

Serpent Mound è un luogo che induce al misticismo, alla spiritualità e al mistero. Un po’ come Stonehenge e altri siti sparsi sui continenti, dove il susseguirsi delle stagioni e gli allineamenti astrologici sono determinanti.

Inoltre, quello che succede qui ai solstizi, con il serpente che divora il sole, ha alimentato una leggenda della cultura Cherokee che associa il tumulo a Uktena, un grande serpente con poteri soprannaturali.

Comunque sia, il sito è uno dei misteri del pianeta ancora da risolvere. Serpent Mound è lungo
420 metri e ha la forma, come dice il nome ( mound significa tumulo), di un sinuoso e gigantesco serpente, ad un’estremità una coda arricciata, in mezzo sette spire che si avvolgono, e dall’altro lato una testa con un occhio visibile e con la bocca triangolare che sembra addentare qualcosa di ovale. E’ perfettamente allineato con le curve del terreno, mentre la testa è vicina a un’altura che dà su un torrente e diretta verso la collina di Solstice Rigde e i solstizi.

Anzi, proprio il piccolo monte del tramonto potrebbe essere il motivo per cui il tumulo è stato scelto come effigie sacra.

Altre ipotesi riguardano l’ovale che si trova davanti alla bocca di Serpent Mound: alcuni ritengono che rappresenti un uovo, alcuni che sia il sole, altri studiosi pensano sia il corpo di una rana o di una tartaruga, o un occhio ingrandito, a simboleggiare un’eclissi con l’universo che risorge.

Altri, ancora, ed è la supposizione più accreditata, che sia una sorta di piattaforma dove un tempo si facevano le cerimonie sacre: a sostegno questa teoria ci sarebbero le tracce trovate di fuochi accesi e le pietre che potrebbero essere state impilate sull’ovale e poi sparse sulla collina vicina da qualche cacciatore di tesori.

Al contrario, nel Serpent Mound non sono stati trovati resti umani, quindi si può escludere che venisse usato come tumulo sepolcrale da qualche popolazione preistorica della zona. Migliaia di anni fa, i nativi dell’Ohio erano soliti creare cumuli di terra nei luoghi a loro più sacri.

Serpent Mound fu “riscoperto” soltanto a fine Ottocento, quando l’archeologo Frederic Ward Putnam dell’Università di Harvard ha cominciato gli scavi in zona: trovò alcuni artefatti, oltre ad alcuni terrapieni nelle vicinanze, attribuiti alla popolazione Adena, che visse in America dall’800 a.C. al 100 d.C.

Inevitabilmente anche il grande serpente venne dichiarato opera degli Adena, ma negli anni Novanta del Novecento studi al radiocarbonio hanno spostato la datazione ancora più nel passato e hanno suggerito che i costruttori fossero appartenuti alla cultura indigena Fort, antecedenti agli Adena. Più recentemente la datazione è stata rimessa in discussione e di nuovo accreditata agli Adena. Un altro mistero aggrovigliato per Serpent Mound.

Un’altra ipotesi vuole che il tumulo dell’Ohio sia stato progettato come la forma delle stelle
che compongono la costellazione del Dragone, allineandosi esattamente nel suo centro geografico
alla posizione di quella che in antichità era considerata la Stella Polare, Thuban. Secondo questa
teoria Serpent Mound sarebbe ancora più vecchio, risalirebbe a circa 5 mila anni fa, molto prima della cultura di Adena.

Una caratteristica geologica, invece, indica che il grande tumulo sorge su un cratere profondamente eroso, formatosi dall’impatto di un meteorite nell’Ohio circa 250-330 milioni di anni fa.

Mentre gli studi continuano, Serpent Mound attira molti visitatori, non solo per osservare il tramonto o l’alba ai solstizi. Tutto contribuisce a rendere questo enorme serpente di terra una delle attrazioni più misteriose e avvincenti del pianeta.

Info:
www.ohiohistory.org/

Foto dreamstime.com

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/europa/americhe/niagara-le-cascate-delle-meraviglie-per-tutte-le-stagioni.html
https://www.latitudinex.com/europa/americhe/massachusetts-halloween-da-paura.html
https://www.latitudinex.com/rubriche/curiosita/caffe-delle-hawaii-ricercata-prelibatezza-da-intenditori.html

0 Condivisioni

Lascia un messaggio