Karlovy Vary tra terme e Hollywood

karlo2La città di Karlovy Vary si adagia ai piedi dei Monti Metalliferi (Krušné Hory). Solcata dai fiumi Teplá, il cui nome significa caldo, perché d’inverno le sue acque non gelano mai, e Ohře, trae il nome dall’imperatore Carlo IV del Sacro Romano Impero che la fondò nel 1370. Centocinquanta anni fa era una città di mondanità e splendore, meta delle maggiori personalità mondiali della storia, della letteratura e della musica. Nelle vie della piccola città, solo 51.537 abitanti (dati aggiornati al 2007), hanno passeggiato e soggiornato negli hotel da Sigmund Freud a Beethoven allo scrittore tedesco Johann Wolfgang Goethe. E ancora: il violinista Niccolò Paganini e perfino lo zar di Russia Pietro I Romanov. Per non parlare poi, in tempi più recenti, degli attori di Hollywood, come il già citato Daniel Craig e Antonio Banderas che una volta arrivato al Pupp Hotel – raccontano i manager – ha letteralemente fermato il lavoro del personale, soprattutto femminile, impegnato soltanto ad ammirare il suo fascino.

carlo8Con il set la città ha in effetti un feeling del tutto speciale, visto che qui ha sede anche un festival internazionale del cinema. Oggi, dopo il crollo del blocco sovietico, la città sta cercando di rispolverare i fasti del tempo passato. I suoi maggiori tesori però non sono visibili ad occhio nudo, ma sono conservati nel sottosuolo sotto forma di tredici sorgenti, che fanno zampillare qua e là acqua termale ricca di elementi ferrosi con temperature variabili fra i 30° e i 73° C. Dalle ottanta fonti presenti in città sgorgano ogni giorno sei milioni di litri d’acqua ad altissimo contenuto minerale (6-7 grammi per litro). La più antica e calda delle fonti cittadine, il Vřídlo (zampillo) sgorga all’interno di un moderno colonnato costruito intorno al 1975 il Vřídelní kolonáda. Per le loro proprietà curative, le acque della regione sono adatte per il trattamento delle malattie del sistema digestivo e metabolico, ma anche delle patologie croniche della spina dorsale e delle articolazioni.

carlo12Karlovy Vary è detta anche la città dei colonnati. Ben cinque di queste decorative strutture si insinuano tra le viuzze del centro storico. Uno dei più affascinanti è quello che attraversa il centro della cittadina, un lungo colonnato corinzio detto “del Mulino” con 124 colonne allineate all’interno allo scopo di creare vedute sulla città. Poco distante si può vedere il Colonnato della Polla, dedicato a Jurij Gagarin. La struttura è decisamente fredda e discutibile in termini architettonici: poco accogliente reca in sé tutti segni dei fasti dell’impero socialista. Ma basta girarsi di poco per potersi rendere conto di quanta storia trasudi dai viottoli acciottolati della città. Il Colonnato del Frutteto, eretto nel 1881, è una magnifica costruzione in legno che ospita la sorgente omonima, chiamata anche del serpente per via dell’ornamento raffigurato sul suo serbatoio. Da vedere però sono anche il Colonnato del Mercato e quello “della Resistenza”, coperto da uno splendido padiglione in stile neoclassico a pianta circolare.

Cure termali
Le Terme 5, dette anche Terme di Elisabetta, dal nome dell’imperatrice austriaca, consorte di Francesco Giuseppe, sono aperte al pubblico e offrono un’ampia gamma di cure. Ma dimenticate l’accogliente bellezza delle spa o l’idea dei centri di benessere europei in generale. Le Terme 5 mostrano tutta l’essenzialità decisamente freddina dell’impero comunista. Chi vuole provare un bagno di minerali può immergersi nelle vecchie vasche di metallo con tubi rame in un luogo da atmosfera ospedaliera. Tuttavia ne uscirete rimessi a nuovo. Ma un tocco di tendenza si trova anche qui: la grotta di sale è un luogo distensivo dove in totale relax, favorito dal buio, da comodissime chaises-longues e da una musica di sottofondo affiancata dal rumore dell’acqua, si può inalare il benefico effluvio salino che si sprigiona dal pavimento, completamente ricoperto di cristalli provenienti da Pakistan, Siberia, Polonia e Mar Morto. Le ali del palazzo delle Terme 5 sono disseminate di stanze con ogni genere di cure dalla crio terapia ai fanghi, fino ai trattamenti di bellezza vera e propria.

Ma non solo
Karlovy Vary è conosciuta nel mondo per il liquore digestivo Becherovka, la cui ricetta segreta viene tramandata di generazione in generazione e preparata secondo metodi naturali. Ancora oggi nessuno conosce l’esatta composizione delle erbe né la quantità di acqua termale utilizzata per distillarle. Per capire quanto fosse preziosa la formula, basti sapere che i proprietari, quando la Cecoslovacchia fu invasa dai nazisti nel 1939, la seppellirono sottoterra perché non cadesse in mani nemiche. I tesori della regione sono racchiusi anche nella cristalleria Moser. Vere e proprie opere d’arte realizzate interamente a mano, il cui valore è inestimabile. Nel museo della cristalleria sono conservati i bicchieri intagliati a mano usati nelle cene di gala dalla Regina Elisabetta e dai politici di tutto il mondo, compresa anche la croce di vetro donata a Papa Giovanni Paolo II in occasione di una delle sue visite in Repubblica Ceca.

Pupp Hotel e 007
Il Grand Hotel Pupp è un’istituzione a Karlovy Vary. Nelle sue stanze hanno soggiornato i personaggi più famosi del mondo. Ed è qui che hanno girato buona parte del film 007 Casinò Royale. L’hotel offre soggiorni di tutti i tipi. Ma se siete dei fan accaniti della saga dell’agente segreto più famoso del mondo eccovi accontentati. Potete scegliere un soggiorno sulle tracce di 007, con tre notti e tre prime colazioni in una stanza deluxe, una cena nel lussuoso ristorante in cui potrete anche assaggiare il Vesper coktail e 3 fiches per tentare la sorte al famoso casinò dove Daniel Craig sconfigge in una mirabile partita a poker il malvagio Le Chiffre. Il tutto per una cifra tutto sommato abbordabile: 383 euro a persona in bassa stagione e 536 in alta. Info: www.pupp.cz

 lok3 Loket la città castello

  Bečov e i tesori del reliquiario di San Mauro

                        


 compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

  Articoli correlati:
 Info utili sulla Repubblica Ceca
 Vai allo speciale Repubblica Ceca

0 Condivisioni

Lascia un messaggio