Austerlitz, tra i soldati di Napoleone

 

{gallery}/RepubblicaCeka/austerlitz1{/gallery}

Naturale pensare alla follia della guerra, in ogni epoca e luogo. Forse è per questo che sulla collina, cento anni dopo la battaglia (avvenuta il 2 dicembre 1805), i preti di Brno che gestivano il luogo hanno voluto erigere un monumento alla pace. Il primo dedicato non a una vittoria, non per i francesi o per i loro oppositori, ma per commemorare entrambi gli schieramenti e i 15 mila morti. In stile liberty, come vuole l’inizio del Novecento, il monumento è un’imponente piramide con agli angoli gli stemmi dell’Austria, della Russia, della Francia e della Moravia, che ospitò la battaglia. Sopra una croce bizantina, dentro un altare e una tomba al milite ignoto di ogni Paese coinvolto. La tragedia fu talmente cruenta che ancora oggi si ritrovano ossa o oggetti usati dai soldati scavando nelle campagne. Il museo è ricco di questi macrabi reperti, accanto a lettere, divise, fucili e memorabilia varia riguardante i tre imperatori coinvolti: Napoleone, lo zar Alessandro I e Francesco II d’Austria.

{gallery}/RepubblicaCeka/austerlitz2{/gallery}

Fuori, nel sentiero tinto di rosso dalle foglie degli alberi d’autunno e nel verde circostante, qui e lì sono state sistemate riproduzioni di cannoni, mentre ai primi di dicembre di ogni anno si celebrano riedizioni in costume. Ma la curiosità più sfiziosa è a pochi chilometri da Austerlitz, nel villaggio di Rousinov. E’ un ristorante, Starà Posta, dove si possono assaggiare prelibatezze della cucina morava e soprattutto assistere ad un mini spettacolo: un soldato vestito di tutto punto nella divisa francese dimostra come si usava il moschetto. Per i più coraggiosi,c’è anche una prova di sparo. Il ristorante, con le stalle annesse, ha mantenuto le sembianze del 1805, quando vi  sostarono le truppe napoleoniche in attesa della battaglia. Un modo piacevole per ricordare la Storia.

{gallery}/RepubblicaCeka/austerlitz3{/gallery}

 

 

mondo Articoli Correlati
Ritorna allo speciale

Info utili sulla Repubblica Ceca

0 Condivisioni

Lascia un messaggio