Cinque domande a… Veronica Angeloni

Il viaggio più bello che ha fatto?
La scorsa estate, cinque giorni a Miami poi una settimana ai Caraibi, bellissimo.

Che cosa le hanno lasciato questi luoghi?
Le spiagge di Miami mettono allegria, la gente che le frequenta è di ogni tipo, sembra di essere stati catapultati in un telefilm americano. Il colore dell’acqua e delle spiagge caraibiche è unico. Si respira un’aria diversa, il posto giusto dove ricaricarsi.

Il cibo più strano o particolare che ha mangiato?
Una zuppa che mi hanno servito in un ristorante durante un ritiro in Polonia. Ancora mi chiedo cosa ci avessero messo dentro…

Se dovesse stilare una colonna sonora del posto che l’ha colpita di più, che musica sceglierebbe?
E’ difficile, con me porto sempre il mio iPod, dentro ci sono più di 3000 canzoni… l’estate scorsa in vacanza ascoltavo spesso “Non ti scordar di me” di Giusy Ferreri, in Italia in radio la passavano sempre, così ci avevo fatto l’abitudine a sentirla.

L’albergo più accogliente dove ha dormito o quello che le è rimasto più impresso?
Di solito vado sempre in alberghi accoglienti, il resort ai Caraibi ad esempio era strepitoso. Una volta invece con alcune amiche sono andata in un residence a Milano Marittima, totalmente diverso da come ce lo avevano descritto al telefono, diciamo che mi ha impressionato in modo negativo!

0 Condivisioni

Lascia un messaggio