Il Carnevale di Putignano dedicato a Verdi

Il conto alla rovescia per la 620a edizione del Carnevale di Putignano è iniziato. Quest’anno si tratta di un carnevale “alto”, tanto che la prima data di sfilata dei carri allegorici è fissata per il 23 febbraio.
Dopo l’omaggio a Fellini dello scorso anno, anche per questa edizione la Fondazione Carnevale di Putignano ha deciso di dare ai carristi un tema unico su cui incentrare i loro lavori. Nell’anno del bicentenario della sua nascita, la scelta non poteva non ricadere sul più celebre compositore italiano di tutti i tempi: il parmense Giuseppe Verdi, le cui opere e melodrammi rientrano nel repertorio operistico dei teatri di tutto il mondo, e il suo tempo. Sette i carri allegorici musicali che sfileranno come sempre per le strade della città in quattro giornate intervallate dai giovedì a tema (monsignori, preti e monache, le vedove, le donne sposate, i cornuti, oltre che la Festa dell’Orso (nel giorno della Candelora, 2 febbraio), l’estrema unzione e il funerale del Carnevale.
Un coordinamento musicale, teatro di strada e installazioni urbane, rielaborazioni in chiave elettronica con giovani sound designer, Giorgio Rossi per le coreografie di danza contemporanea, queste alcune tra le novità 2014.
Tra le nuove collaborazioni segnaliamo Giovanni Tamborrino, tre le figure più originali ed eclettiche del panorama musicale italiano, pugliese doc, e Giorgio Rossi, coreografo di danza contemporanea, promotore di numerosi progetti di contaminazione tra teatro, musica e danza e esperto di teatro urbano, fondatore della storica compagnia Sosta Palmizi, geniale nelle coreografie anche per Mezzogiorno, multivideo i quattro clip di Jovanotti, e tra i danzatori scelti in Vieni via con me di Fazio e Saviano su Rai 3.
Tamborrino, che parla del nuovo Carnevale come di “un grande affresco operistico in movimento” e di “disegni sonori per Verdi”,  lavora alla selezione di alcuni brani del repertorio verdiano e curerà una rielaborazione in chiave elettronica con sette giovani sound designer.
 Quattro i corsi mascherati: si inizia con l’uscita dei carri dagli hangar il 23 febbraio (sfilata a partire dalle 11) e a seguire il 2 marzo, sempre in mattinata, per dare ai visitatori la possibilità di osservare e ammirare i carri che dopo le sfilate, tempo permettendo, restano in mostra lungo tutto il percorso della passeggiata. Tutto si chiude con l’ultima sfilata serale in programma per il 9 marzo.

Per informazioni www.carnevalediputignano.it

0 Condivisioni

Lascia un messaggio