Speciale: la Londra del calcio

1a PUNTATA – LONDRA NORD

 ARSENAL
E’ la squadra dei Gunners, i Cannonieri, come testimonia la bocca da fuoco da sempre presente nello stemma del club, fondato del resto dagli operai dell’officina del Royal Arsenal. Nato nel 1886, l’Arsenal è la squadra più titolata di Londra, nonchè la terza d’Inghilterra dopo Liverpool e Manchester United, e la sede è da sempre nel London Burough of Islington, elegante zona residenziale appena a nord del centro città, dove sorge anche lo storico stadio della squadra, Highbury. Inaugurato il 6 settembre del 1913 con una vittoria dell’Arsenal sul Leicester, Highbury è peraltro l’unico stadio a potersi vantare di aver fatto cambiar nome a una fermata della metropolitana londinese, ribattezzata appunto Arsenal, lungo la Piccadilly Line. Scesi alla fermata e messo il naso fuori dalla stazione, si resta interdetti nel vedere eleganti e tranquillissime stradine contornate delle classiche casette su due piani in mattoni rossi, senza che vi sia traccia dello stadio.

L’impianto lo si scorge solo nel momento in cui si butta l’occhio in una delle tante minuscole traverse, quando appare chiaro che è letteralmente affogato in mezzo alle case, come si può intuire anche da alcune scene di “Febbre a ’90”, il film ricavato dal romanzo autobiografico di Nick Hornby sulla sua storia di tifosissimo dell’Arsenal. L’impatto visivo è stridente, ma in un certo senso anche rassicurante, e soprattutto dà l’idea plastica di un club letteralmente sommerso dall’amore del proprio quartiere e dei propri tifosi. Il posto giusto per una pinta è il Gunners’ Pub, sito in una delle strade principali che collegano Highbury alla zona di Avenell Road, e punto di riferimento pre partita dei supporters più caldi. 

Da due anni a questa parte l’Arsenal ha traslocato nel nuovissimo e super moderno impianto dell’Emirates Stadium, situato a soli due isolati di distanza da Highbury al centro di una vera e propria spianata (clicca qui per vedere la mappa su Google). Per capienza e funzionalità il nuovo stadio è ovviamente molto migliore, ma gli manca decisamente quel piacevolissimo effetto di intimità ed esclusività che solo il vecchio Highbury era in grado di regalare a generazioni di Gunners.

 
TOTTENHAM 
Fondato nel 1882, il Tottenham prende nome dall’omonima zona nell’estremo nord di Londra e contende all’Arsenal il classicismo North London derby, uno dei più sentiti nella capitale inglese. Giocatori e tifosi sono soprannominati Spurs (speroni), dalla denominazione Tottenham Hotspur, anche se in senso dispregiativo le tifoserie avversarie ripiegano spesso su yids, con riferimento alla tradizione marcatamente ebraica del club. Del resto anche lo stadio del Tottenham, il White Hart Lane (dal nome della vicina stazione ferroviaria), costruito nel 1888 e inaugurato un anno dopo, sorge nel quartiere ebraico di Londra.

L’unica stazione della metro in qualche modo vicina allo stadio è Tottenham Hale (Victoria line, in zona 3, nella estrema parte nord della città). Seguendo le indicazioni per Tottenham High Road (da non confondere assolutamente con la centralissima Tottenham Court Road), si attraversa una zona che, anche e soprattutto per la posizione estremamente periferica, non ha nulla della classica atmosfera londinese; il quartiere appare anzi in degrado, con piccoli condomini non di rado disabitati, pub falliti e parecchi esercizi pubblici chiusi da tempo.

Lo stadio, il White Hart Lane, è però un autentico gioiello (clicca qui per vedere la mappa su Google). Anch’esso incastonato fra le abitazioni circostanti come Highbury, nonchè bellissimo ed estremamente funzionale, dopo i numerosi interventi di restrutturazione succedutisi nel tempo. Il pub “caldo” per i tifosi è, manco a dirlo, il “White Hart”, così come una visita merita il negozio del club, parecchio fornito anche di vestiario casual.

 
BARNET
Nato nel 1888, ma nel calcio professionistico solo dal 1965, il piccolo Barnet Fc è la squadra di un altrettanto piccolo quartiere nella zona settentrionale di Londra. Il suo regno è il mitico Underhill Stadium, che con i suoi 4.075 posti è il meno capiente fra quelli dei club professionistici londinesi (clicca qui per vedere la mappa su Google).

 
Da anni il club è alla ricerca di un nuovo impianto, ma la tifoseria è parecchio restia a lasciare il pur scomodo Underhill, che proprio per le ridottissime dimensioni ha più di qualunque altro le stimmate di vero e proprio stadio di quartiere. Underhill è raggiungibile con la Piccadilly Line fino a Leicester Square, per poi passare sulla Northern Line fino a Barnet.

   

Si ringraziano i siti web di Tottenham, Arsenal e Barnet Fc per la gentile concessione delle foto


0 Condivisioni

Lascia un messaggio