Cinque domande… Matteo Tosi

Quale è il viaggio più bello che ha fatto?
Ne ho fatti diversi nella mia vita, ma New York mi ha letteralmente conquistato. L’India è però il luogo che vorrei visitare presto.

Che cosa le hanno lasciato quei luoghi?
New York è una città che è tutte le città e tutte le vite. E’ come essere dentro un videogioco
con la curiosità e la meraviglia dei bambini.

Il cibo più strano o particolare che ha mangiato?

Nel deserto, ai confini con l’Algeria, ho mangiato qualcosa di strano. Ma non mi chieda che cosa era, non lo saprei dire. Ho imparato che quando si viaggia bisogna mangiare tutto, senza domandarsi mai cosa si è mangiato. Potrebbe essere pericoloso!

Se dovesse stilare una colonna sonora per questo viaggio, che musica sceglierebbe?
Per New York sceglierei brani Jazz anni Trenta. Un bel pezzo di Benny Goodman, suonato come si suonava
allora al Cotton Club, nel mitico quartiere di Harlem.

L’albergo più accogliente dove ha dormito o quello che le è rimasto più impresso?

Per lavoro mi capita spesso di soggiornare in alberghi molto belli, ma personalmente preferisco le strutture
a conduzione famigliare o gli agriturismo, li sento più veri e rilassanti. In Toscana ce ne sono diversi e
davvero incantevoli. Non sarà un caso che molti attori americani, e non solo, acquistano i casali in Toscana?
Beh, l’Italia è meravigliosa e le strutture turistiche spesso non sono da meno.

La foto di copertina è di http://www.matteotosi.com

0 Condivisioni

Lascia un messaggio