A Roma “Spirit of Scotland”, il Festival del Whisky

Dopo il grande successo della prima edizione, il 9 e 10 marzo 2013 torna a Roma Spirit of Scotland – Rome Whisky Festival 2013, un imperdibile appuntamento per tutti coloro che vivono il mondo del whisky. A far da cornice alla seconda edizione della manifestazione sarà ancora una volta la suggestiva location dell’Aranciera di San Sisto. L’antico semenzaio romano ospiterà, in un percorso di degustazione, le etichette di eccellenza dei migliori whisky scozzesi e non solo. Le oltre 1000 etichette, di assoluto pregio, si presentano al pubblico attraverso iniziative che vedranno protagonisti produttori, importatori, distributori, commercianti, whisky maker ecc. ma, soprattutto, tutti coloro che vorranno assaporare un buon vecchio single malt scotch whisky. Il format della manifestazione ricalca il modello della passata edizione proponendo una programmazione ancora più ricca di eventi, degustazioni libere, masterclass, incontri affidati ad esperti del settore con l’obiettivo di creare appuntamenti ad alto contenuto di single malt. Saranno curati, inoltre, corsi di avvicinamento al bere rivolti ai meno esperti e ai giovani che approcciano il whisky per la prima volta. Due le novità di assoluto rilievo per questa seconda edizione di Spirit of Scotland – Rome Whisky Festival. Da una parte il premio Whisky & Lode, competizione a scopo benefico che eleggerà i migliori whisky della fiera valutati da una giuria di esperti secondo la regola del blind tasting; dall’altra, la realizzazione e presentazione al pubblico del primo imbottigliamento Spirit of Scotland, un Benrinnes 14yo imbottigliato in esclusiva per la manifestazione da High Spirits. Tra le fondamentali novità extra-whisky, uno spazio dedicato alle birre scozzesi, uno alla cioccolata, uno alla torrefazione con degustazioni di caffè e uno alla lounge dei sigari con degustazioni e laboratori. Largo spazio poi sarà dedicato ai momenti gourmet grazie alla presenza un giovane chef britannico – Iason Hannick – che proporrà dei mini laboratori con abbinamenti cibo/whisky. Oltre alle specialità gastronomiche scozzesi, fra cui non mancheranno l’eccellente salmone affumicato a caldo di Loch Duart e il particolarissimo formaggio Gran Kinara, si potranno assaggiare specialità gastronomiche di altri Paesi che splendidamente si abbinano ai whisky di puro malto. La novità di quest’anno è la cucina indiana, in un inedito ed eccellente connubio col whisky, presentata dal ristorante capitolino Surya Mahal. Diversi i momenti di intrattenimento musicale grazie alla presenza di alcuni rappresentanti del The City Rome Pipe Band ed il gruppo musicale Be Folk.

Per informazioni www.spiritofscotland.it

0 Condivisioni

Lascia un messaggio