A Copenaghen nuovo mercato gourmet

Aprirà il 4 aprile nello storico meatpacking district un nuovo mercato locale dove trovare prodotti freschi e fatti in casa, situato nell’effervescente quartiere di Vesterbro.
Il mercato settimanale ospiterà 70 bancarelle, migliaia di visitatori e tonnellate di prodotti freschi e fatti in casa. Un mercato locale che attirerà in città nuovi visitatori da tutto il mondo.
L’area prescelta (in danese, Kødbyen) un tempo era utilizzata esclusivamente dai macellai e dai venditori all’ingrosso, ma ha subito una notevole trasformazione negli ultimi anni. Situata nel vivace quartiere di Vesterbro, è un centro in fermento per l’attività culinaria, con nuovi locali che apriranno nel corso del 2015. All’interno delle ex macellerie con le caratteristiche piastrelle bianche, troverete ristoranti che servono qualunque tipo di piatto, dalle ostriche pescate nei mari della Danimarca alle pizze e al dim sum, piatto tipico cinese.
Ora il quartiere avrà il suo mercato di prodotti alimentari settimanale. I prezzi alle bancarelle saranno tenuti il più basso possibile per attirare i commercianti che vendono prodotti di qualità e in linea con le possibilità di spesa e i bisogni dei consumatori. Il mercato dovrebbe diventare un punto di riferimento per l’intera città e per chi vuole sostenere i prodotti di buona qualità.
La varietà di prodotti sarà notevole e il comune denominatore, l’accessibilità. Sarà possibile pranzare ai tavolini o acquistare qualunque tipo di ingrediente per preparare la cena senza doversi fermare al supermercato prima di tornare a casa. Sarà un posto che offre il giusto pasto e i giusti ingredienti a un giusto prezzo.
Il progetto è gestito da tre amici – Christian Lundgaard Astorp, Simon Bacon Aldinger Kullegaard e Jacob Uhd Jepsen – che hanno lavorato rispettivamente nel campo della finanza, della comunicazione e nella gestione del mercato.
“A Copenaghen a chiunque abbia l’aspirazione a diventare chef o imprenditore nel campo della gastronomia, noi abbiamo voluto offrire una piattaforma in cui mostrare le loro idee”, dice Simon Bacon Aldinger Kullegaard. “Vogliamo vedere quale idea viene in mente ai nostri ristoranti, caffetterie e fruttivendoli quando li facciamo uscire dalla loro zona di confort. Vogliamo attirare gli agricoltori dalla campagna e dare a chi vive in città – ai bambini, ai giovani e agli anziani – un mercato che sia in linea con i loro desideri e bisogni. Siamo contenti e umili nel lanciare un’esperienza che dovrebbe avere un effetto positivo su Copenaghen negli anni a venire”.
“Non troverete mai la stessa selezione di bancarelle”, dice Simon Bacon Aldinger Kullegaard. “La varietà per noi è fondamentale e ciò deve essere garantito da un sistema di prenotazione flessibile e dalla natura dinamica del mercato. Vogliamo che il tutto sia semplice e agevole per gli sperimentatori delle bancarelle e i loro clienti”.

0 Condivisioni

Lascia un messaggio