Trifoglio, la fortuna degli irlandesi e San Patrizio

The luck of the Irish: è quello che si legge ovunque in Irlanda, sulle magliette, sui souvenir, sui magneti. Tutto rigorosamente verde, come il trifoglio, portafortuna d’eccellenza, e i colori dei campi.

Spesso viene raffigurato vicino un folletto con una pentola piena d’oro alla fine dell’arcobaleno. E l’amuleto made in Ireland è servito.

Il trifoglio ha un significato speciale per gli Irlandesi: chiamato shamrock, dal gaelico, caratterizza un tipo di pianta che fiorisce in estate con numerosi fiorellini bianchi.

Il trifoglio è associato a San Patrizio, il Patrono dell’isola: durante la sua missione di conversione al cattolicesimo, il Santo usò la particolare forma delle foglie per chiarire ai Celti il concetto della trinità.

Secondo la leggenda, San Patrizio si trovò di fronte al supremo re di Tara, Laoghaire, e per spiegare al meglio il concetto alla base del Cristianesimo, il vescovo invocò Dio per aiutarlo: quando abbassò gli occhi a terra, scorse un trifoglio, lo raccolte e lo mostrò al sovrano.

Le tre foglie unite, ma distinte allo stesso tempo, furono estremamente utili e perfette per semplificare le idee. Il re rimase impressionato dalla spiegazione, i Celti lentamente si convertirono e il piccolo espediente divenne un simbolo importante.

Dopo San Patrizio, venne associato a San Colombano che procedette con l’evangelizzazione non solo d’Irlanda, ma di tutta Europa.

Tuttora nelle celebrazioni riservate a San Patrizio, il 17 marzo, si festeggia anche la piantina, disegnata ovunque, su cappelli, abiti e decori dei manifestanti alle parate.

In realtà, il trifoglio era già un emblema importante per i Druidi Celti: si credeva
avesse proprietà curative e serviva a prevedere il meteo: se le foglie fossero rivolte verso l’alto, sarebbe arrivato il cattivo tempo.

Non solo, veniva associato al numero 3, che era considerato sacro e con poteri mistici. Uno dei quali era quello di allontanare gli spiriti maligni e proteggere: da qui la sua espansione come amuleto sino ai nostri giorni. Molte credenze erano basate sul concetto della triade, indice della divinità, del tempo, e dell’equilibrio tra le diverse energie.

Inoltre, le popolazioni irlandesi vedevano nel trifoglio, diffuso ovunque, una fonte di sostentamento per il bestiame e per questo veniva accostato all’abbondanza, alla fertilità e alla stabilità.

Esiste anche il quadrifoglio, con una foglia in più rispetto al trifoglio, un’eccezione che lo rende molto raro da reperire. Secondo la leggenda irlandese, le sue quattro foglie sarebbero l’emblema di rispetto, abbondanza, amore e salute. Da qui, oltre alla difficoltà di trovarlo, è diventato un simbolo di estrema fortuna.

Nella storia d’Irlanda, il trifoglio ha assunto anche un ruolo fondamentale durante le ribellioni. Ad esempio, nel Seicento, sotto il regno di Carlo II, veniva associato alle
classi sociali più basse e ai contadini, che erano solite usarlo come ornamento.
Nell’Ottocento, divenne invece simbolo per l’indipendenza dalla Corona Britannica della regina
Vittoria. In seguito, portare il trifoglio su abiti militari o civili (“wearing of the green)” si trasformò in motivo di orgoglio nazionale.

Irlandese fino in fondo, lo shamrock è anche usato come logo di varie squadre sportive,
organizzazioni statali, compagnie e organizzazioni nel territorio dell’isola. Spesso è legato a una figura mitica della tradizione, il folletto leprechaun.

Popolarissimo, vive in solitudine, ma molti per ingraziarselo gli lasciano un bicchiere di latte sul davanzale della finestra. Il folletto è colui che custodisce una pentola piena d’oro nascosta alla base dell’arcobaleno, simbolo di ogni benedizione possibile. Inoltre il leprechaun apre sempre le sfilate di celebrazioni del giorno di San Patrizio, dove non manca mai il trifoglio. Insieme, sono i simboli magici di questa antica terra.

Info: www.ireland.com
Foto di Pixabay

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/rubriche/gastronomia-on-the-road/cibi-per-halloween-non-solo-dolcetto-in-irlanda.html
https://www.latitudinex.com/rubriche/curiosita/corno-tra-tradizione-e-scaramanzia-a-napoli.html
https://www.latitudinex.com/rubriche/curiosita/occhio-turco-e-greco-amuleto-tradizionale-portafortuna.html

9 Condivisioni

Lascia un messaggio