Zeffirelli firma il Rigoletto per la ROH a Muscat

Il Rigoletto di Verdi, con la regia di Franco Zeffirelli, andrà in scena nella capitale dell’Oman il 17 settembre 2020 a celebrazione del decennale delle stagioni della Royal Opera House Muscat e del 50° anniversario dell’Oman.

La nuova, esclusiva produzione operistica del Rigoletto firmata Zeffirelli è stata presentata a Roma, nel corso di una conferenza stampa presso la residenza privata, e con la partecipazione del Maestro Zeffirelli. Illustrata nel dettaglio la nuova produzione commissionata dalla Royal Opera House Muscat, in collaborazione con Fondazione Arena di Verona per le scenografie, Fondazione Teatro dell’Opera di Roma per i costumi e in partnership con la Fondazione Franco Zeffirelli.

Annoverato tra i piu` bei teatri del mondo, La Royal Opera House Muscat, e` un complesso di straordinario fascino per la felice combinazione di gusto e stile omanita e di segno architettonico contemporaneo. Sintesi emblematica di tradizione e modernita`, la stessa che contraddistingue il Paese. Acustica eccellente, caratteristiche tecniche all’avanguardia per funzionalita` e tecnologie messe a disposizione delle piu` moderne produzioni, ne fanno una macchina teatrale perfetta. Un’istituzione che rappresenta il frutto di una visione fortemente illuminata del Sultano Qaboos bin Said Al Said.

Ad aprire la conferenza stampa S.E. Rawya Saud Al Busaidi, Ministro dell’Alta Educazione dell’Oman e Presidente del Consiglio di Amministrazione della Royal Opera House Muscat. Ringraziando il Maestro Zeffirilli, il Ministro ha espresso la propria soddisfazione per il felice esito delle prestazioni artistiche delle numerose Fondazioni Lirico-Sinfoniche italiane che si sono esibite finora a Muscat soffermandosi in particolare su quello che ha significato in questi anni la Royal Opera House. Un’ istituzione culturale che si e` guadagnata un ruolo di primissimo piano in ambito internazionale come promotore di collaborazioni e iniziative sempre piu` importanti e prestigiose.

“Produrre il Rigoletto del Maestro Zeffirelli, nell’anno piu` importante della storia dell’Oman, sono sicura inneschera` ulteriori ampie ricadute in termini di turismo culturale internazionale”, ha proseguito il Ministro. “Una prospettiva che, considerato anche il fascino cosi` forte che il Paese gia` esercita sui viaggiatori contemporanei, ci spinge a farne sempre di piu` una destinazione culturale d’eccellenza e un’oasi di cultura e incontro in Medio Oriente.”

Ha preso la parola anche Pippo Corsi Zeffirelli, Vicepresidente della Fondazione Franco Zeffirelli, “Era sempre stato il suo sogno nel cassetto. Rigoletto e` un’opera le cui potenzialita` hanno sempre molto intrigato il Maestro e alla quale, in alcuni momenti della sua carriera, in un lontano passato, si era avvicinato senza mai portare fino in fondo il progetto. Poi, un anno fa ha cominciato insieme al suo storico assistente alla regia Stefano Trespidi, a concentrarsi sul Rigoletto per l’Oman. Abbiamo raccolto, e stiamo tuttora raccogliendo tanto materiale intorno a questo titolo. Idee, schizzi, appunti e precisi piani di lavoro. Da questo lavoro ne emerge un quadro registico del tutto in linea ed omogeneo, nel quale il Maestro si e` avvicinato in piu` riprese offrendo una lettura molto coerente con le profonde contraddizioni interiori del protagonista”.

Tra i presenti anche Umberto Fanni, Direttore Generale e Artistico della Royal Opera House Muscat, Stefano Trespidi assistenze alla regia di Franco Zeffirelli e Cecilia Gasdia, Direttore Artistico e Sovraintendente Fondazione Arena di Verona.

Info https://www.rohmuscat.org.om/en

Testo di Pamela McCourt Francescone

14 Condivisioni

Lascia un messaggio