Vienna a tutta Pop Art con due mostre all’Albertina

L’Albertina di Vienna rende omaggio alla corrente della Pop Art con due rassegne, una dedicata a Roy Lichtenstein e l’altra a Mel Ramos. Negli anni Sessanta lo stile dell’artista americano Roy Liechtenstein, che fino ad allora si era dedicato principalmente a motivi tratti dalla storia degli Stati Uniti, in particolaredel West, conobbe una svolta, con l’apparizione di disegni in bianco e nero ispirati alle illustrazioni pubblicitarie, ai media e ai fumetti. Tra il 1961 ed il 1968 Liechtenstein realizzò circa 70 espressivi disegni che formano una serie di opere autonome rispetto a quelle pittoriche. L’esposizione apre il 28 gennaio e dura fino al 15 maggio.

Sempre all’Albertina va in scena la più vasta retrospettiva europea mai dedicata a un altro significativo esponente della Pop Art: Mel Ramos. Le opere selezionate per la mostra costituiscono un rappresentativo spaccato dell’operato dell’artista e comprendono soprattutto dipinti, ma anche alcuni schizzi e sculture. Tutte le diverse fasi creative di Ramos sono illustrate nella rassegna con significativi capolavori: tele del primo periodo che si allontanano dall’espressionismo astratto, riprendendo soggetti figurativi, le illustrazioni dei personaggi dei fumetti e di wonder women negli anni Sessanta e ovviamente anche le “commercial pin up” alle quali l’artista deve il suo grande successo alla fine di quel decennio. È esposta anche la serie “A Salute to Art History” in cui Ramos riprende i nudi realizzati da antichi maestri, infondendo loro il sex appeal della cultura pop, o i paesaggi californiani, nonché le puntate nel mondo della scultura. Dal 4 febbraio al 15 maggio.
Info: www.albertina.at

0 Condivisioni

Lascia un messaggio