Investimento per il sito archeologico di Gobeklitepe

I reperti archeologici di Göbeklitepe, monumento e area di culto che risale a circa 12.000 anni fa, custodiscono informazioni che avranno un grande impatto sulla conoscenza della storia. La Şahenk Initiative annuncia  un investimento di oltre $ 15 milioni per Göbeklitepe, il più antico sito archeologico del mondo. Il lancio mondiale di Göbeklitepe si svolge presso il World Economic Forum di Davos, con una serata di gala voluta da Ferit F. Şahenk, Presidente del Gruppo Doğuş.
L’investimento della durata di 20 anni sostenuto dal Ministero della Cultura e del Turismo Turco e della Şahenk Initiative, comprenderà attività di ricerca e tutela di questo importante sito del Neolitico, che ha trasformato la nostra conoscenza sull’evoluzione della società umana. La Şahenk Initiative, main sponsor del progetto, sosterrà gli scavi che permetteranno di comprendere appieno il significato di questo luogo storico, ri-progettare l’esperienza turistica del sito attraverso la costruzione di un centro visitatori, e incoraggiare le persone provenienti da tutto il mondo a scoprire questa destinazione iconica, ancora in parte da esplorare.
Come parte delle attività di lancio, la Şahenk Initiative presenta a Davos una scultura di ghiaccio rappresentante Göbeklitepe. Proprio a Davos, i leader mondiali sono stati invitati a partecipare e mostrare il loro sostegno al progetto. In merito a Göbeklitepe, Ferit F. Şahenk, Presidente di Doğuş Group, dichiara:
“A tutti i leader che si sono incontrati qui a Davos, vorrei chiedere di lasciare un segno concreto per ispirare le nuove generazioni.
“Proprio a questo scopo abbiamo avviato la Şahenk Initiative, un progetto finalizzato a proteggere il nostro passato, costruire il presente e investire nel futuro. Insieme al progetto ‘Stay in the Game’, che abbiamo implementato come parte del nostro ‘presente’, stiamo lanciando altri importanti progetti tra cui il ‘Children’s Science and Discovery Museum’ e ‘Children’s Hospital’ rivolti al ‘futuro’. Ma oggi siamo qui per il nostro ‘passato’: Göbeklitepe – il prezioso tesoro della Turchia.
“Abbiamo messo al centro del World Economic Forum questo tesoro turco perché desidero che il mondo intero lo conosca. Göbeklitepe rappresenta un valore per l’intera umanità ed è il nostro “anno zero della storia”.
Oggi, mentre ci troviamo all’alba di una quarta rivoluzione industriale in un periodo di grande cambiamento globale, è il momento giusto per collaborare ancora una volta. È per questo che stiamo lanciando gli investimenti della Şahenk Initiative per Göbeklitepe a Davos – per condividere il progetto con il mondo intero”.
La Şahenk Initiative è un’organizzazione internazionale a forte impatto sociale, istituita nel 2014 da Ferit F. Şahenk, con l’obiettivo di dare un significativo contributo alla Turchia e a tutto il mondo.
Abdullah Kocapınar, Cultural Heritage and Museum General Director presso il Ministero della Cultura e del Turismo turco, ha affermato:
“In qualità di sponsor principale, la Şahenk Initiative sosterrà gli scavi e gli studi presso Göbeklitepe, che sono di grande importanza storica. La nostra collaborazione è molto preziosa; essa ha lo scopo di svelare il valore di questo sito archeologico, che è importante anche per la comunità globale, e promuoverlo sulla scena internazionale. Come Paese dal patrimonio archeologico molto vario e ricco, è molto importante per noi favorire le collaborazioni tra il settore pubblico, quello privato e l’intera società, al fine di garantire che questo patrimonio si conservi per tutti “.
“Göbeklitepe deve ancora essere riportato alla luce, quindi le nostre idee sull’insediamento umano e sulla civilizzazione sono in continua evoluzione. Questo sito, che si pensa sia di 7.000 anni più antico di Stonehenge e 7.500 anni più antico delle piramidi, viene seguito con grande curiosità da parte della comunità globale”.
“Riconosciuto come un elemento importante per aiutarci nella comprensione delle attività di caccia, della formazione di luoghi di culto, dell’architettura dei templi, della nascita dell’arte, della trasformazione dell’agricoltura e dell’allevamento di bestiame, i progetti nazionali ed internazionali di Göbeklitepe sono una della priorità del ministero. Infatti, il nostro Ministro della Cultura e del Turismo, Mahir Ünal, ricevendo il suo nuovo incarico, ha sottolineato che la conservazione di Göbeklitepe, sito di enorme valore per tutta l’umanità, rappresenta una priorità.”
“La conservazione per le generazioni future del nostro patrimonio culturale, di cui poter godere e da cui imparare, è tra gli obiettivi del Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia. A questo scopo stiamo incoraggiando gli scavi scientifici e la ricerca, rinnovando i nostri musei già esistenti, e costruendo musei moderni. Stiamo aprendo laboratori regionali per il restauro e la conservazione dei beni culturali, materiali e immateriali. Con il ripristino di siti archeologici e delle aree residenziali storiche, e con le misure di sicurezza necessarie, stiamo aprendo le aree considerate appropriate per la visita del pubblico. Inoltre, stiamo conducendo studi per determinare lo stato della protezione dei beni culturali. Tutte queste attività sono in esecuzione con uno staff di quasi 7.500 dipendenti all’interno del Ministero e l’utilizzo di circa $150 milioni all’anno. “

0 Condivisioni

Lascia un messaggio