Il South Australia nella mappa di Hollywood

Con la recente uscita nei cinema del primo lavoro da regista di Russell Crowe, “The Water Diviner”, il South Australia rinnova la sua vocazione di location molto amata dalle produzioni hollywoodiane. L’opera prima del celebre attore australiano utilizza i panorami Burra e Port Lincoln per raccontare la storia famigliare di un uomo alla ricerca dei suoi tre figli morti nella battaglia di Gallipoli in Turchia, nel corso della Prima Guerra Mondiale.
Ad inizio dicembre 2014, un’altra stella di Hollywood ovvero Robert Pattinson, l’eroe della saga di Twilight, è stata protagonista di una produzione made in South Australia intitolata “The Rover”. La pellicola è ambientata in un ipotetico futuro in cui un giovane buono, con un leggero ritardo cognitivo, intraprende un duro viaggio nell’Outback alla ricerca dell’unica cosa che possiede, l’automobile che gli è stata rubata da una gang di criminali. Pattinson ha dichiarato dopo le riprese: “Pensavo avremmo girato metà film ad Adelaide e metà nell’Outback, e invece siamo sempre stati on the road, in posti incredibili, lontani dal mondo, dove nessuno ti poteva venire a cercare, è stato bellissimo.”
L’entusiasmo di Robert Pattinson non è un caso isolato. Il South Australia rappresenta da anni un punto di riferimento importante dello star system cinematografico grazie ai panorami spettacolari che Madre Natura gli ha donato. Laghi salati incontaminati, paesaggi “lunari” e deserti che si estendono fino alla coste, contesti urbani contemporanei, tesori naturali. Le possibilità sono infinite. Si tratta solo di dover scegliere fra luoghi iconici come Barossa Valley, Clare Valley e McLaren Vale. O immergersi nelle realtà dei Flinders Ranges, Limestone Coast, Coober Pedy, Murray River e Kangaroo Island.
Non è, però, solo una questione di fascino paesaggistico. Il Parlamento dello Stato è riuscito, attraverso l’istituzione nel 1972 di South Australian Film Corporation, a sviluppare competenze organizzative e tecniche in grado di assistere localmente qualsiasi tipo di produzione e progetto sia esso televisivo, cinematografico o documentaristico. Adelaide garantisce costi di produzione più bassi di qualsiasi altra capitale di uno stato australiano e il suo aeroporto collegamenti diretti con qualsiasi area del territorio. Nell’agosto del 2011 è stata portata a termine la costruzione degli Adelaide Studios. Il complesso, inserito all’interno del Glenside Campus, si trova nel quadrante est della città, a soli cinque minuti di macchina dalla Capitale. Due teatri di posa, rispettivamente da 1.000 e 400 metri quadrati sono a disposizione delle produzioni nazionali e internazionali in cerca di team di altissimo livello.

0 Condivisioni

Lascia un messaggio