Helsinki, nuovi progetti architettonici e turismo sostenibile

A Helsinki, patria delle innovazioni di design, sono stati recentemente inaugurati due progetti: Amos Rex e Oodi.
Il primo, aperto al pubblico a fine agosto 2018, è un museo innovativo, stupefacente mix di architettura contemporanea e modernismo anni ’30.

Vero e proprio punto di incontro tra arte e cultura urbana, il nuovo concept del museo incanala l’attenzione anche su temi quali l’accessibilità, valore che deve essere disponibile a chiunque, e l’importanza della cultura nella vita di tutti i giorni. Amos Rex, che riaprirà al pubblico l’8 febbraio con una retrospettiva dedicata a Magritte, è aperto tutti i giorni tranne il martedì e l’ingresso a tariffa intera costa 18 €.

Oodi, per contro, è la nuova biblioteca centrale della capitale finlandese, luogo non solo dedicato a libri e lettura, ma vero e proprio centro culturale dalla vibrante versatilità. Inserita in un contesto architettonico unico nel suo genere, (basti pensare, per esempio, che la hall dalle forme sinuose si apre, letteralmente, sulla grande piazza antistante) la biblioteca ospita anche spazi pensati per attività educative e corsi di formazione.

Il 16 gennaio Oodi è stata selezionata tra i progetti finalisti del prestigioso EU Mies Award 2019, Premio biennale dell’Unione Europea per l’architettura contemporanea. L’ingresso alla biblioteca è gratuito.

Da segnalare anche che Helsinki si è aggiudicata il primo posto come Capitale Europea del Turismo Intelligente per l’anno 2019. I fattori che le hanno permesso di ottenere questo prestigioso riconoscimento spaziano dalla sostenibilità all’accessibilità, dalla tradizione culturale legata al digitale alla creatività.

Per quanto riguarda la sostenibilità Helsinki ha, da sempre, lavorato per migliorarne l’efficacia in ogni ambito. Turismo in primis. Prova ne sono i programmi messi in atto, anche sul lungo periodo, come il progetto di diventare capitale Carbon Neutral entro il 2035. Per raggiungere questo risultato, Helsinki sta puntando molto sulla mobilità ecologica a zero emissioni, con l’introduzione graduale e costante di servizi di bike-sharing, nuove piste ciclo-pedonali, veicoli elettrici e incremento delle linee ferroviarie.

Oltre a ciò, poi, Helsinki sta lavorando sempre di più nella promozione di eventi sostenibili. Come? Misurando le performance “green” e il rispetto di standard eco-compatibili dei partner cui si appoggia per l’organizzazione di eventi.

Sul versante dell’accessibilità, inoltre, Helsinki dispone di un’eccellente rete di collegamenti sia interni all’area urbana, sia esterni, versi l’aeroporto e i quartieri limitrofi. Sfruttare i trasporti pubblici estremamente efficienti permette di arrivare ovunque, senza stress e con un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente. Senza dimenticare, infine, che con un unico biglietto si può salire a bordo di bus, metro, treni e tram.

Un’opzione consigliata, a questo proposito, è l’acquisto della Helsinki Card che, oltre a includere viaggi illimitati su tutti i mezzi di trasporto urbano, offre anche sconti sui biglietti di ingresso ad alcune attrazioni, entrata gratuita in luoghi di interesse, hop-on hop-off gratuiti sui pullman turistici. Il costo della carta, per 3 giorni di utilizzo, è di 71 € per gli adulti e 36 € per i bambini. Maggiori informazioni sul sito HelsinkiCard.com.
Infine, elemento in cui la Finlandia eccelle, è quello dell’innovazione, sia digitale che tecnologica. Soprattutto a Helsinki edifici, servizi e strutture parlano la lingua del rinnovamento, reso possibile (anche) dalla collaborazione tra giovani menti “digitali” e l’amministrazione cittadina.

La capitale, infatti, ha reso pubblici già nel 2009 tutti i dati concernenti l’amministrazione trasparente, i nuovi studi digitali e i software sviluppati, così che potessero essere riutilizzati, soprattutto per il lancio di nuovi prodotti turistici.

Infine, vanno ricordati alcuni plus che vanno ad aggiungersi alle numerose eccellenze: la Finlandia, secondo il World Happiness Report 2018, è la nazione più felice al mondo e Helsinki, nello specifico, è considerata una delle città più vivibili del pianeta (9° posto dell’Economist Intelligence Unit 2017) e con la migliore qualità della vita (1°posto secondo la classifica Creative City Index 2014).

Info: www.visitfinland.com

Lascia un messaggio