Genova low cost per Natale

Scopri una città soprendente, tra arte e storia, cultura e tradizione, eventi, enogastronomia e un’offerta da non perdere su www.visitgenoa.it tutti i dettagli sull’offerta promozionale, le informazioni utili per visitare e vivere la città e il calendario degli eventi in programma:
OFFERTE LOW COST DA NON PERDERE: Pacchetto Arte: pernottamento + mostra Frida Kahlo + visita guidata centro storico o Palazzi dei Rolli 
Pacchetto Famiglia: pernottamento + Acquario (ingresso scontato durante fascia oraria da definire) + Museo Galata o Città dei bambini
Pacchetto Enogastronomia: pernottamento + visita guidata botteghe storiche + corso cucina tipica

Genova “si accende”, durante le festività natalizie, con tantissime iniziative che animeranno la città a partire dall’8 dicembre: presepi storici ed artistici, mercatini, botteghe storiche, concerti, cerimonia del Confeugo, che rievoca antiche tradizioni cittadine, Circumnavigando Festival e molti altri eventi.
Pochi sanno che la tradizione presepiale genovese risale agli inizi del XVII secolo e si sviluppa a tal punto da far sì che Genova si affermi, accanto a Napoli, come uno dei centri più attivi nella produzione di figure da presepe.
Il documento più antico che attesta l’esistenza di un presepe a Genova è costituito dalla cronaca manoscritta del Convento carmelitano di Monte Oliveto, presso Multedo, sobborgo costiero di Genova che, alla data di Natale del 1610, registra: “…. il P.re Alberto Honeto la prima volta espone in publico nella capella della Croce nella chiesa il misterio dello Presepio di figure di legno vestite d’habiti proporzionati à dette figure vagamente contesti (…) che con mutando d’habiti serve ancora a rappresentare il misterio dell’offerta dè Regi; e dell’appresentazione di N.o S.e nel Tempio”. Oggi l’antico manoscritto è conservato presso la Biblioteca Universitaria di Genova. La cronaca attesta, per la prima volta a Genova, l’uso di manichini articolati e vestiti per un presepe e, contemporaneamente, la sua scansione temporale in scene successive: Adorazione dei pastori, Adorazione dei Magi e Presentazione al Tempio. Quest’ultima scena veniva allestita in prossimità del 2 febbraio, data che chiude il ciclo natalizio con la festa popolare della Candelora, cosiddetta per l’usanza di benedire le candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti”.

Tra i presepi più suggestivi: il presepe del Santuario di Nostra Signora Assunta di Carbonara, detto “La Madonnetta”, presenta storiche statuine (databili dal XVII al XIX secolo) in un’ambientazione assai scenografica della Genova antica. Il santuario è raggiungibile utilizzando la funicolare che dal centro cittadino (Largo Zecca), sale verso le colline del Righi, scendendo alla fermata “Madonnetta”. Il viaggio in funicolare offre senza dubbio un’occasione unica per godere di suggestive viste “verticali” tra le case e il mare.

Il Museo Giannettino Luxoro – Musei di Nervi conserva una raccolta di figurine presepiali, imponente per numero e qualità dei pezzi, tra cui la serie di statuine lignee genovesi settecentesche raffiguranti i vari personaggi della scenografia presepiale e alcune rare sagome in cartone dipinto di area lombarda.
Da non perdere il presepe biblico animato di Franco Curti presso l’Auditorium del Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Genova, presepe meccanico con 150 statuine in movimento e i quasi 40 metri quadrati di scene e ricostruzioni paesaggistiche di Betania, di Gerusalemme e Betlemme al tempo di Gesù.
All’interno del Museo sono inoltre esposte, come tradizione, le statuine settecentesche a manichino della prestigiosa scuola di Anton Maria Maragliano e Pasquale Navone accompagnate da statuine popolari genovesi e napoletane.
Il presepe del Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti è uno dei presepi più piccoli al mondo. Una preziosa cornice in ebano e filigrana d’argento racchiude un rilievo di minuscole dimensioni (mm 84 x 62 x 16): raffinatissime figurine modellate in cera bianca popolano i ruderi di un tempio che accoglie la Natività. Alberi e palme scandiscono la prospettiva della scena mentre in lontananza si scorge l’annuncio ai pastori sullo sfondo di una fantastica città turrita che domina un paesaggio lacustre.

Presso l’Oratorio del SS. Sacramento e San Bartolomeo di Staglieno il suggestivo Presepe artistico (sec. XVII) con figure del Maragliano e del Navone, di cui vanno segnalate in particolare la qualità dell’intaglio delle figure settecentesche e la ricchezza dei costumi dei Magi e del loro corteo.
Nei caruggi (gli stretti vicoli del centro storico) “vestiti a festa” si respira la magica atmosfera natalizia, passeggiando alla ricerca di originali idee regalo tra le 30 botteghe storiche, riconosciute dalla Soprintendenza e ufficialmente tutelate dalla legge italiana, che conservano ancor oggi la tradizione di commercio e di artigianato di qualità della città; oppure soffermandosi tra le bancarelle dei tanti mercatini natalizi ed entrando nelle tantissime chiese, ricche di capolavori dal Romanico al Rococò e nei palazzi storici, per ascoltare concerti di musica sacra e tradizionale. Per scoprire tutte le meraviglie del Centro Storico più grande d’Europa ogni weekend vengono organizzate visite guidate, accompagnati da guide turistiche (prenotabili presso gli Uffici di Informazione e Accoglienza Turistica al prezzo di € 12, ridotto € 10 (12-18 anni, over 65 e possessori Card Musei), minori di 12 anni gratis (il biglietto comprende anche l’ingresso ai Musei di Strada Nuova). 

Per chi non ha ancora pensato ai regali di Natale, moltissimi sono i mercatini tradizionali dove trovare originali idee regalo: dal tradizionale Mercatino di S. Nicola, in Piazza Piccapietra, al Xmas Artshop del Museo Luzzati. Dal 12 al 21 dicembre (con una anteprima dal 6 all’8 dicembre) il Palasport della Fiera di Genova si trasforma nel Santa Claus Village di Rovaniemi con Natalidea. In chalet tipici dei paesaggi montani un’infinità di proposte dell’ artigianato nazionale ed etnico, abbigliamento, creazioni artistiche in ardesia e legno, prodotti enogastronomici e decorazioni natalizie. www.fiera.ge.it <http://www.fiera.ge.it/>

Palazzo Ducale ospita fino all’8 febbraio 2015 la mostra Frida Kahlo e Diego Rivera. Il percorso artistico e biografico di una delle coppie più celebri dell’arte del Novecento. 120 opere sono esposte a Palazzo Ducale, per raccontare i legami segreti che unirono due artisti così profondamente differenti e quanto diversamente sia stata valutata la loro espressione artistica nel tempo.
Di particolare rilievo l’offerta museale cittadina che è ricca e articolata, e propone, in allestimenti di pregio, un patrimonio culturale di altissima qualità.

A Palazzo Lomellino, uno dei bellissimi Palazzi dei Rolli di Via Garibaldi, ospita fino al 14 dicembre Arte Ottomana, 1450 – 1600. Natura e Astrazione: uno sguardo sulla Sublime Porta.
Negli ambienti cinquecenteschi arricchiti dai celebri affreschi di Bernardo Strozzi (sec. XVII) del primo piano nobile di Palazzo Lomellino – che quest’anno celebra il suo 10° anniversario dall’apertura al pubblico – per la prima volta in Italia è esposta una selezione di oggetti rappresentativi della produzione artistica ottomana, specificamente riferita al periodo 1450 – 1600, che dà vita ad una mostra unica nel suo genere. Circa 70 oggetti, alcuni dei quali già noti al mondo accademico, altri poco conosciuti e in gran parte inediti, tra cui un Corano appartenuto a Maometto II, completo di dedica al sovrano e un importante Firmano, prestito del Museo di Arte Islamica di Berlino. www.palazzolomellino.org
In contemporanea all’esposizione di Palazzo Lomellino, si terrà la mostra organizzata dal Comune di Genova “Turcherie. Suggestioni dell’Arte Ottomana a Genova”, dal 3 ottobre 2014 fino al 18 gennaio 2015 presso Musei di Strada Nuova – Palazzo Bianco. Genova e il mondo ottomano tra XVI e XVIII secolo: una storia che si snoda tra documenti, libri, preziosi tessuti e ceramiche, sculture e dipinti che testimoniano l’esistenza di rapporti commerciali e culturali tra la Sublime Porta e l’Antica Repubblica. www.museidigenova.it
Fino al 6 gennaio 2015 i musei cittadini proporranno “Meraviglie da collezione. 100 occasioni per scoprire i nostri tesori”. 15 capolavori scelti tra le collezioni dei musei genovesi, raccontati al pubblico in 100 appuntamenti. Dall’antico Egitto ad Arcimboldo, dal Giappone di Hokusai alla scultura di Francesco Messina, dai monocromi di Piero Manzoni ai colori dell’Uccello del Paradiso.Dall’antico Egitto ad Arcimboldo, dal Giappone di Hokusai alla scultura di Francesco Messina, dai monocromi di Piero Manzoni ai colori dell’Uccello del Paradiso. www.museidigenova.it
A partire dall’8 dicembre tantissimi appuntamenti ed iniziative in città per vivere la magica atmosfera del Natale.
Dall’accensione dell’Abete natalizio in Piazza de Ferrari al tradizionale appuntamento con il Confeugo, il sabato precedente il Natale,cerimonia che rievoca l’omaggio dell’Abate del Popolo al Doge con l’accensione del gran ceppo di alloro e affascinanti coreografie in costume.
Dal 26 dicembre al 6 gennaio torna Circumnavigando, Festival Internazionale di Teatro e Circo Contemporaneo, ideato e promosso dall’Associazione Culturale Sarabanda. In programma spettacoli in strada, nei teatri e nei palazzi cittadini e un tendone da circo al Porto Antico (Piazzale Mandraccio). 

0 Condivisioni

Lascia un messaggio