Da Amman assicurano: “La Giordania resta una meta tranquilla”

Il settore turistico giordano, tenendo accuratamente sotto controllo gli sviluppi politici della regione, vuole rassicurare i propri partner internazionali sul fatto che il Regno Hashemita resta una destinazione assolutamente sicura. L’allerta del settore è stata sollecitata dalle notizie internazionali riguardanti le agitazioni in Tunisia ed Egitto che sembra abbiano creato timori tra i viaggiatori stranieri diretti verso la regione. Il ministro del Turismo e delle Antichità di Giordania ha dichiarato che si stanno conducendo i necessari sforzi per chiarire la situazione e dimostrare che il Regno, parte integrante del Medio Oriente, rimane una destinazione molto sicura.

In una dichiarazione ai media locali, il ministro ha annunciato di cooperare con il Jordan Tourism Board (Jtb), la Jordan Hotel Association (Jha) e la Jordan Inbound Tour Operators Association (Jitoa) per riparare ad ogni fraintendimento dovuto ad una percezione sbagliata causata dalla sempre più pressante attenzione dei media su i fatti che coinvolgono l’area. Il Jtb ha inoltre emesso una dichiarazione con cui rifiuta qualsiasi collegamento con i recenti fatti occorsi in Egitto e Tunisia, sottolineando la lunga ed affidabile fama di “oasi di stabilità” riconosciuta alla Giordania.

0 Condivisioni

Lascia un messaggio