Caceres, città spagnola della Gastronomia 2015

La città di Cáceres, situata nel cuore dell’Estremadura, è stata eletta Capitale Spagnola della Gastronomia 2015.
Cáceres si presenta come una città dinamica, che ha saputo conservare le significative testimonianze dei differenti popoli e culture insediatisi nel territorio nel corso degli anni. Può infatti vantare di un ricchissimo patrimonio culturale, grazie al quale, nel 1986, ha ricevuto il riconoscimento di Città Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO. Inoltre, secondo il Consiglio d’Europa, il suo patrimonio artistico e monumentale è il primo della Penisola Iberica per quanto riguarda la sua conservazione, e il terzo in Europa.
La città si distingue anche per la sua agenda culturale, ricca di iniziative ed eventi: tra i più significativi, le esposizioni del Centro di Arti Visuali Helga de Alvear, il Festival WOMAD, il Festival del teatro classico e la festività di San Giorgio, senza ovviamente tralasciare la celebrazione della Settimana Santa, dichiarata Festa di Interesse Turistico Internazionale.
Cáceres si mostra quindi come una città ricca di storia, aperta e dinamica, che permette al turista di scoprire l’eredità di tutte le differenti culture alternatesi nel territorio, anche e soprattutto attraverso la sua ricca gastronomia.
L’eccellenza gastronomica di Cáceres nasce infatti dalla ricchezza di una terra privilegiata, che fornisce dei prodotti di altissima qualità, come il celebre jamón ibérico, i formaggi, la paprika, le ciliegie, l’olio d’oliva, l’agnello, il vitello, e un’infinità di altri prodotti.
L’influsso delle varie culture è facilmente rintracciabile nei piatti tipici: si possono infatti trovare ricette arabe, romane ed ebraiche mescolate alle ricette della cucina tradizionale spagnola, creando così una vera e propria fusione gastronomica di culture, a cui si aggiungono inoltre gli influssi della cucina portoghese e di quella conventuale.
È possibile scoprire la gastronomia di Cáceres, dalle ricette più tradizionali alle proposte più innovative, all’interno dei numerosi ristoranti di Plaza Mayor o di Plaza de San Juan, ma anche nelle svariate taperie e spazi gourmet sparsi per tutta la città, in cui è possibile gustare l’ottima cucina tipica anche in formato tapa.
Fra tutti spicca il ristorante Atrio, l’unico in Estremadura ad essere stato insignito di due stelle Michelin. Grazie alle creazioni di alta gastronomia e alla cucina di altissima qualità riconosciuta a livello internazionale, è infatti considerato uno dei migliori ristoranti di tutta la Spagna. Un elemento degno di nota è inoltre la sua enorme cantina, che può vantare circa 3400 varietà di vino.
Cáceres vanta otto Denominazioni di Origine Protetta (DOP) e due Indicazioni Geografiche Protette (IGP).
Tra le Denominazioni di Origine Protetta rientrano il prosciutto “Dehesa de Extremadura”, i formaggi “Torta del Casar” e “Ibores”, l’olio “Manzanilla Cacereña”, la paprika “de la Vera”, la ciliegia “del Jerte”, il miele “Villuercas-Ibores” e il vino “Ribera delGuadiana”; fanno invece parte delle Indicazioni Geografiche Protette l’agnello (CorderEx) e il vitello “de Extremadura”.
Cáceres come Capitale Spagnola della Gastronomia subentra a Vitoria, capitale 2014, avendo la meglio su città come Cartagena, Huesca, Lugo e Valencia. Per questa occasione, la città ha programmato numerosi eventi ed iniziative, al fine di rendere non solo Cáceres, ma l’intera Estremadura, destinazioni di interesse turistico e gastronomico. Tra i vari eventi, segnaliamo l’elezione di una Denominazione di Origine Protetta per ogni mese, a cui i migliori cuochi della regione renderanno omaggio attraverso varie iniziative. Ecco di seguito i più importanti eventi:

MAGGIO
– Mostra dell’agroalimentare e dell’artigianato
– Festival WOMAD
– Festa di San Fernando
GIUGNO
– Raccolta delle ciliegie
LUGLIO
– Festival del teatro classico di Mérida
AGOSTO
– Festa della paprika “de la Vera”
– Festival del teatro classico di Alcántara
SETTEMBRE
– Giornate della gastronomia ebraica
– Giornata dell’Estremadura
OTTOBRE
– Tapeando con arte (festa della tapa)
– Mese della caccia
NOVEMBRE
– ExtremaBio (fiera di prodotti biologici)
– Mercato medievale delle tre culture
– Giornate della cucina conventuale
DICEMBRE
– Fiera del dolce conventuale
– Giornate del jamón ibérico

Info: www.spain.info

0 Condivisioni

Lascia un messaggio