Val di Fassa in inverno, grande sci, sport ed emozioni

Tanto sport, ma anche emozioni, gusto e musica. È l’inverno delle meraviglie quello si vive in Val di Fassa, nel cuore delle Dolomiti, in Trentino.

Una stagione caratterizzata dalle sfide in Val di Fassa. Questo territorio, di rara bellezza naturale, ospita una decina di gare di sci di livello internazionale, raggiungendo l’apice con i due super G di Coppa del Mondo di sci alpino femminile, il 24 e il 25 febbraio nella Ski Area San Pellegrino.

Sulla pista “La VolatA” – come accaduto nel febbraio 2021, con ben tre gare di velocità – le sciatrici più forti del pianeta sono impegnate in due competizioni che portano il gotha dello sci nella valle ladina, in un momento chiave per le posizioni di classifica di Coppa.

Ma sin da dicembre 2023, puoi godere della luce dei riflettori puntati sulla Val di Fassa, dove l’agonismo è di casa con molte gare: il 14 dicembre lo slalom gigante parallelo maschile e femminile di Coppa del Mondo di snowboard sulla pista “Pra di Tori” nella skiarea Carezza; il 17 dicembre lo slalom speciale maschile di Coppa Europa allo “Ski Stadium Aloch” di Pozza; dal 20 al 22 dicembre due discese libere e un super G femminili di Coppa Europa sempre su “La VolatA”.

Dal 17 al 18 e dal 23 al 24 gennaio e, poi, dal 19 al 21 marzo è la volta delle competizioni della Fis Baltic Cup allo “Ski Stadium Aloch”. Il 28 gennaio è di scena la 51ª Marcialonga di Fiemme e Fassa, mentre 1 e 2 marzo la Coppa Europa di Skicross nella Ski Area San Pellegrino. Infine, da non perdere dall’8 al 12 marzo la “Scufonèda”, happening dello sci dal tallone libero, e il 22 marzo la Sellaronda Skimarathon, la più famosa gara di sci alpinismo al mondo su pista a coppie in notturna.

Non solo grande sport in Val di Fassa. Anche i neofiti dello sci possono scegliere tra i 210 chilometri di tracciati sviluppati in due grandi comprensori come “Val di Fassa – Carezza” e “Alpe Lusia – San Pellegrino”, serviti da un’ottantina tra seggiovie, cabinovie e funivie, quattro skitour tra cui il famoso Sellaronda e l’apprezzato Skitour Panorama e otto snowpark.

Quest’inverno, poi, arriva “Val di Fassa Wonders”: il miglior modo per esplorare il territorio sci ai piedi, affrontando, nel corso di una settimana o di un long week end, ogni giorno uno skitour diverso sulle piste di Fassa e del Dolomiti Superski.

Questo ski safari innovativo è studiato per regalarti tutto il tempo per fare slalom, ammirare panorami stupefacenti, assaporare la cucina ladina e le emozioni più intense.

A completare l’offerta valligiana, cinque scuole di sci (tutte in possesso del “Sigillo d’oro” per la qualità dell’insegnamento) se vuoi imparare o migliorare tecnica e divertimento e pure diversi “asili” e parchi giochi sulla neve, in quota e a fondovalle, per la felicità dei bambini.

Sin dall’alba con “Trentino Ski Sunirse” si possono vivere esperienze speciali: sono otto gli appuntamenti, dal 28 dicembre all’8 marzo in ogni skiarea della valle, con lo sci esclusivo al sorgere del sole su una pista appena battuta e una ricchissima colazione in rifugio a base di prodotti del territorio.

Al tramonto, invece, da gennaio a marzo, si può scegliere fra quattro “Enrosadira Time”: assieme a una guida alpina con una ciaspolata, o con gli impianti di risalita, raggiungi un luogo incantevole come la conca di Fuciade, il San Pellegrino oppure i 2950 metri del Sass Pordoi per ammirare l’enrosadira, come chiamano i ladini il fenomeno che vede le montagne, colpite dagli ultimi raggi di sole, tingersi di tutte le sfumature del rosa e del rosso.

Con l’inizio della stagione della neve, la Val di Fassa, di lingua e cultura ladina, che si sviluppa per una ventina di chilometri tra i paesi di Moena e Canazei, diventa una meta ideale anche per vivere a contatto con la natura e apprezzare allo stesso tempo la gastronomia locale.

Ad esempio con il “Forest Bathing” che in Val di Fassa si può sperimentare anche d’inverno: un bagno di foresta, con istruttori esperti, accende tutti i sensi e libera la mente. Oppure provare
l’horse riding sulla neve, percorrendo itinerari meravigliosi quasi in simbiosi con il cavallo, oppure con brevi tour a bordo di slitte trainate da cavalli.

Dopo giornate trascorse all’aria frizzante dei mesi freddi, ci si può dedicare al relax alla sorgente Aloch di Pozza, capitale termale delle Dolomiti. Due le opportunità: le Terme Dolomia, note per trattamenti e cure (convenzionate col servizio sanitario nazionale) e le QC Terme Dolomiti. Questo centro si sviluppa in più di 4.000 metri quadri di vasche idromassaggio,
percorsi kneipp, cascate d’acqua, bagni giapponesi, bagni a vapore, saune e biosaune, stanze del sale, aree massaggi.

Inoltre, la Val di Fassa offre la possibilità di scoprire borghi, cultura ladina
e prodotti tipici della gastronomia locale, fatta di materie prime genuine.

Quando le giornate s’intiepidiscono al sole di primavera, in Val di Fassa arriva il “Dolomiti Ski Jazz”: dall’8 al 17 marzo oltre venti tra concerti, jam session e street parade per vibrare assieme all’anima delle Dolomiti. Il festival organizza performance di musicisti di fama internazionale sulle terrazze panoramiche di diversi rifugi delle Valli di Fassa e Fiemme, nelle piazze dei paesi
così come nei locali e nei teatri.

Info: www.fassa.com
Foto Archivio Apt Val di Fassa, gentilmente concesse dall’ufficio stampa della destinazione a corredo dell’articolo

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/italia/bressanone-dinverno-caccia-alle-emozioni.html
https://www.latitudinex.com/italia/inverno-in-valle-daosta-neve-sport-relax-e-natura.html
https://www.latitudinex.com/italia/cervino-ski-paradise-dove-si-scia-tutto-lanno.html

0 Condivisioni

Lascia un messaggio