Milano, sapori e profumi celtici

E allora perché non mettere nella propria agenda un weekend dedicato alla storia, alla musica e alla  gastronomia, unendo la particolarità di poter visitare anche una delle capitali più importanti del nostro Paese? Meglio arrivare venerdi 23 ottobre al Castello Sforzesco e lasciarsi rapire dalla cerimonia di apertura dei campi storici dove stand espositivi introdurranno il pubblico nell’atmosfera del IV secolo a.c. Per chi non ha mai visitato il Castello un giro diventa obbligatorio, vista anche la mostra dedicata agli antichi strumenti celtici, al loro uso e a quelli che sono stati tutti i ritrovamenti relativi al periodo del suo insediamento. Un aperitivo rinforzato in via Dante con un giro di shopping e alle 21,00 si termina la giornata con il concerto degli scozzesi Tannahill Weavers, famosi per l’uso del bouzouki e delle cantare.

Per chi desiderasse fermarsi a dormire scegliendo un hotel per restare in tema, a pochi passi da Via Dante c’è una locanda – Antica Locanda dei Mercanti –Via S. Tommaso 8 – tel 02 8054080 – che rappresenta un’oasi di tranquillità nella frenesia del centro cittadino. Sabato 24 ottobre dalle 11,00 alle 17,00 la giornata diventa una vera giostra di divertimento per adulti e bambini che potranno assistere a combattimenti, alla lavorazione del ferro e a stage di danze irlandesi. La serata musicale  propone sul palco la tradizione violinista isolana degli scozzesi Filska, e l’hypno-folkadelic ambient trad dei Shooglenifty, gruppo unico nell’ambito della musica scozzese d’importazione. Domenica 25 ottobre la giornata si ripete, questa volta dando spazio all’abbigliamento delle varie classi sociali dell’epoca e coinvolgendo anche i più piccini con corsi di tessitura su telaio e decorazioni. L’ultima serata vedrà protagonista la musica jazz, tradizionale e contemporanea dei Finley MacDonald Band per concludersi con uno spettacolo itinerante sul palco della Neilston District Pipe Band.

  Clicca qui per vedere la mappa su Google

Intervista con Massimiliano Orsatti 
Assessore al Turismo, Marketing territoriale, Identità del Comune di Milano.

Perché il Capodanno Celtico proprio nella città del business?
E’ un modo per far conoscere al cittadino le origini della capitale grazie anche ai ritrovamenti archeologici. Questo avvenimento si dovrebbe festeggiare il 30 ottobre, ma con l’avvento della festa di Halloween abbiamo preferito anticipare la manifestazione.

Avete coinvolto anche le istituzioni scolastiche?
La manifestazione è dedicata agli adulti, anche se abbiamo organizzato dei laboratori anche per i più piccini, ma abbiamo coinvolto molte scuole con la visita al Museo Celtico al Castello Sforzesco. Qui si trovano veri e propri laboratori dove i ragazzi possono interagire direttamente con la storia a livello didattico.

Quel’è la particolarità della manifestazione?
Riportare Milano in una realtà storica dove si incontrano la cultura, la gastronomia, l’arte, e la musica.

Difficolta?
Inizialmente è stata quella di far capire al pubblico la valenza storica dell’evento. Avevamo pochi espositori e persone disposte a partecipare. Oggi dobbiamo dire di no a molte aziende e quello che ci ha molto aiutato è stata anche la parte musicale che ha portato grandi estimatori di questa musica, oltre all’apertura di scuole di danze celtiche oggi molto quotate.  

INFO MANIFESTAZIONE: www.capodannoceltico.itwww.milanocastello.itwww.milanodabere.it
INFO APERITIVI E PERNOTTAMENTI: www.comune.milano.itwww.locanda.it
INFO MUSICA: www.tannahillweavers.com www.filska.co.ukwww.shoogle.comwww.finlaymacdonaldband.com

0 Condivisioni

Lascia un messaggio