Informazioni utili per chi è diretto in zone interessate da influenza suina

Nel caso in cui:
si ritenga di essere stati esposti, durante il viaggio, a contatto con suini o con persone affette da influenza suina.

Si dovrà: tenere sotto controllo il proprio stato di salute durante il periodo di permanenza nel Paese.
Se durante questo periodo si dovessero accusare febbre e sintomatologia simil-influenzale (come faringite, tosse secca, mal di testa, dolori muscolari, ecc), si raccomanda di consultare un medico in loco, anche telefonicamente, o di contattare i numeri telefonici che le verranno indicati, segnalando  l’eventuale contatto con suini o persone affette da influenza.

CONSIGLI PER CHI ARRIVA   
DA  AREE INTERESSATE DA FOCOLAI DI INFLUENZA SUINA

Gran parte del Messico ed alcuni Stati degli USA (California,Texas, Kansas, New York, Ohio) sono attualmente interessati da focolai di influenza suina (“swine flu”), infezione virale acuta causata  da virus influenzali suini, che si manifesta nell’uomo con sintomi simili a quelli della influenza classica. 

Nel caso in cui:
si  ritenga di essere stati esposti, durante un recente viaggio, a contatto con suini o con persone affette da influenza suina.

Si dovrà:
tenere sotto controllo il proprio stato di salute per almeno 7-10 giorni dalla data del rientro. Se durante questo periodo si dovessero accusare febbre e sintomatologia simil-influenzale (come faringite, tosse secca, mal di testa, dolori muscolari, ecc), si raccomanda di consultare un medico, anche telefonicamente, o contattare i numeri telefonici che le verranno indicati, segnalando il proprio recente viaggio e l’eventuale contatto con suini o persone affette da influenza.

Per maggiori informazioni  rivolgersi alla propria ASL o consultare il sito Internet del Ministero della Salute:
www.ministerosalute.it/dettaglio/phPrimoPianoNew.jsp?id=238
Numero Verde del Ministero della Salute: 1500 (attualmente attivo dalle ore 08:00 alle 18:00)

0 Condivisioni

Lascia un messaggio