Valle di Cristallo, natura e cultura in Repubblica Ceca

La grande roccia basaltica si specchia nel piccolo laghetto all’ora del tramonto. Tutto si colora di un arancione soffuso nell’attesa dell’autunno sui monti Lusaziani. La natura è stata generosa con la Valle di Cristallo e la regione di Liberec.

Quest’angolo di Boemia, nel nord della Repubblica Ceca, proprio al confine con la Germania e la Polonia, è un susseguirsi di paesaggi bucolici, borghi, monti, boschi, cascate e tanto altro. Perfetto per il relax della mente e per praticare attività all’aria aperta, come il trekking o la bicicletta, due passioni comuni a tutti i cechi.

La Valle di Cristallo è famosa nel mondo per l’artigianato artistico del vetro, ogni villaggio o città ha la sua vetreria, da qui è partita la fama planetaria del cristallo di Boemia. Si possono fare tour che uniscono la tradizione e la cultura con la natura, senza perdere nulla delle peculiarità della zona.

Come ad esempio vicino a Novy Bor, celebre centro per le scuole e le aziende del vetro, c’è una delle meraviglie
della regione di Liberec.

Panská skála, tradotto significa la roccia del Signore, è stato modellata dalla natura come fosse un organo, con gli spuntoni basaltici che emergono. Si può ammirare da sotto, dal laghetto che si è formato alla base, oppure salire fino a sopra e notare le lanciate rocce nere che sembrano formare le pipe dell’organo e il panorama circostante. Di sicuro è un luogo magico della Valle di Cristallo, lussureggiante, pieno di spiritualità, con un legame forte primordiale.

Non è certo il solo. Una passeggiata nel verde porta alla Miniera della Preghiera, Modlivý dul, altro luogo
ricco di energie vitali.

Si tratta di una cappella votiva costruita nella roccia arenaria, vicino al villaggio di Svojkov, da dove partono molti sentieri escursionistici ben segnalati. Si attraversa un bosco fitto con un comodo percorso leggermente in salita, dove si incontrano le stazioni di una vecchia Via Crucis, fino ad arrivare alla chiesetta che emerge dal fogliame e dalla pietra in una ex miniera di carbone. All’interno c’è una statuetta della Madonna ed è considerata una meta di pellegrinaggio per i devoti mariani.

Tutt’intorno si notano possenti rocce di arenaria, molto amate da chi pratica arrampicata, e da qui partono alcuni percorsi di trekking che permettono di raggiungere la cima della collina Slavícek.

Un’altra meta di pellegrini e dei credenti nella Valle di Cristallo è Hejnice, tra i monti Jizera. Questo borgo,
antico possedimento di nobili austroungarici con tanto di castello nella vicina Frydlant, è dominato dalla chiesa della Visitazione della Beata Vergine Maria.

E’ un imponente edificio barocco, con davanti un cortile cintato con statue di Santi, e sorge sul luogo di una cappella del 1235. Si racconta che un povero artigiano pregasse la Madonna per salvare la moglie e la figlia da una terribile malattia, una notte sognò la Vergine che gli chiese di far costruire una chiesa nel posto designato.

L’uomo, che non aveva molto denaro, comprò solo una piccola statua in legno e la mise in un angolo sotto un albero di tiglio (simbolo della Repubblica Ceca), piano piano si diffuse la notizia dei miracoli compiuti e grazie anche all’aiuto economico dei nobili della zona venne eretta una cappella. Nel Settecento fu ampliata nella chiesa barocca di oggi e gli elementi gotici vennero inglobati.

La scultura della Madonna duecentesca c’è ancora: è relegata in cassaforte, vista la sua preziosità, viene esposta solo il primo maggio in occasione della Messa mariana, ma in chiesa si può vedere e pregare una replica identica. Al centro della navata brilla un grande lampadario di cristallo di fine XIX secolo realizzato a Novy Bor e che partecipò alla grande esposizione di Parigi del 1900.

Accanto alla chiesa c’è il monastero, oggi adibito all’accoglienza di pellegrini e non solo: le stanze intorno al chiostro sono spartane ed essenziali, ci sono anche ristorante, sale congressi e sale con mostre temporanee artistiche. Inoltre può essere una base per visitare la zona montuosa al confine con la Polonia, immersa nella vegetazione. (https://klasterhejnice.cz/en/)

La chiesa di Hejnice fa parte della Via Sacra, un percorso che racchiude tutti i principali siti di pellegrinaggio della Valle di Cristallo e della regione, come la basilica di San Lorenzo e Santa Zdislava, a Jablonné v Podejestedi. (www.via-sacra.info)

Anche questa è un’imponente struttura barocca, ma è rimasto intatto il chiostro del vecchio monastero domenicano, voluto dalla famiglia di Havel e Zdislava Markvastic. La coppia di nobili cechi fu molto attiva nella beneficenza, fondò il monastero e un ospedale. In particolare Zdislava si occupò personalmente, curando e assistendo, i poveri con spirito religioso. Morì nel 1252, è sepolta all’interno della basilica, e fu consacrata Santa, tuttora molto venerata, mentre si sono in corso eventi che celebrano gli 800 anni dalla nascita.

Una spettacolare strada panoramica porta da Hejnice ai Monti dei Giganti e a Harrachov, attraverso panorami bucolici, boschi, mucche al pascolo, piccoli borghi e seggiovie per salire in cima. Sosta rigenerante nel villaggio di Príchovice è il ristorante U Capa, letteralmente alla cicogna, con terrazza panoramica, birrificio interno
e ottima cucina con prodotti locali freschissimi, come la trota. (www.ucapa.eu)

Un’altra meraviglia della natura della Valle di Cristallo è la cascata Mumlava. Si trova a due chilometri da Harrachov, rinomata stazione sciistica della Repubblica Ceca sui Monti dei Giganti e dove risiede, proprio nel centro cittadino accanto alla chiesetta, una delle più antiche vetrerie della zona, la Novosad, risalente al 1712,
con annesso birrificio, hotel, spa, museo del vetro, negozio e ristorante.

In mezzo ai boschi, un bellissimo sentiero tra funghi, felci e abeti porta alla cascata, molto amata dagli escursionisti. Creata dal fiume Mumlava, supera salti alti fino a 12 metri formati da blocchi di roccia granitica.
Nel letto del fiume si possono vedere i cosiddetti Devil’s Eyes o Giant Pots, depressioni e frammenti nati
dal movimento di acqua e pietre e hanno un diametro fino a 6 metri. (www.liberecky-kraj.cz/dr-cs/595-mumlavsky-vodopad.html)

D’inverno questa zona della Valle di Cristallo e della regione di Liberec è il paradiso per gli appassionati di sci: la cascata gela completamente e ci sono piste per sci di fondo, la specialità di Harrachov, e molti impianti di risalita.

Un altro percorso asfaltato porta dal bosco al centro che unisce i vari hotel, tra cui l’Orea Resort Sklar, con hall con cammino e bar, ottimo ristorante a buffet, camere ampie, e soprattutto spa e piscina interna. (www.resortsklar.cz/en/ )

Un modo perfetto per coccolarsi dopo aver affrontato i sentieri escursionistici e le bellezze naturali
della Valle di Cristallo e della regione di Liberec.

Info: www.crystalvalley.cz
www.visitczechrepubblic.com

Foto di Sonia Anselmo, www.liberecky-kraj.cz/dr-cs/595-mumlavsky-vodopad.html

In collaborazione con www.visitczechrepublic.com

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/rubriche/curiosita/bigiotteria-e-vetro-il-museo-speciale-di-jablonec.html
https://www.latitudinex.com/europa/vetro-la-bellezza-fragile-e-artistica-della-repubblica-ceca.html

26 Condivisioni

Lascia un messaggio