Sentieri d’estate per rigenerarsi in Svizzera

Sentieri immersi nella natura, tra le vette delle montagne, boschi, laghi pittoreschi, cascate e brughiere.
La Svizzera d’estate è il paradiso degli escursionisti e degli amanti delle camminate, ma non solo: offre una cura detox e antistress a costo zero.

Basta immergersi nelle sue meraviglie naturali per sentirsi meglio, abbandonare la tensione e l’ansia e tornare a respirare.

Camminare fa bene al fisico e all’umore: lo attestano molti studi internazionali e in Svizzera questo sport è tra i più praticati da tutti, dai bambini agli anziani, con il ben 72% di persone che fuggono alla quotidianità per stare nella natura e rilassarsi.

Affrontare i sentieri, che in Svizzera sono ben oltre 65 mila chilometri, è uno degli hobby più amati dagli abitanti, soprattutto in estate, che cercano di rigenerarsi, senza ansia di prestazione e competizione, assecondando i propri limiti e cercando di vivere la natura totalmente.

Il trekking è per tutte le difficoltà, da quelli con dislivelli impegnativi alle rilassanti passeggiate, ci sono percorsi adatti ad ogni caratteristica e d’estate i visitatori non lasciano la Svizzera senza aver almeno fatto un’escursione tra i monti.

Inoltre, la rete capillare di trasporti pubblici e la vasta gamma di impianti di risalita, permette di raggiungere le vette panoramiche senza sforzo, di percorrere alcuni tracciati in parte a piedi e in parte con i treni, autobus e battelli. Questa unione di passeggiate e transfer è sicuramente un punto di forza della Svizzera, oltre ad avere un ottimo impatto ecologico. Tra l’altro, è disponibile anche una App, Swiss Mobile App, gratuita che dà la possibilità di conoscere in tempo reale le curiosità, i trasporti, gli hotel e i punti di ristoro lungo il cammino.

Tantissimi sono i sentieri da scegliere per le escursioni e in tutti i Cantoni. Alcuni sono storici,
altri tematici, tutti bellissimi e immersi nella natura.

Ad esempio nel Canton Ticino si va alla scoperta di fattorie che producono formaggi sul Monte Generoso che offre una visione panoramica a 360 gradi. Non solo gastronomia, la novità del 2019 è un percorso sulle orme di Hermann Hesse che proprio cento anni fa si trasferì a vivere a Montagnola, vicino a Lugano: oggi la sua casa è un museo e propone per l’anniversario una serie di eventi e manifestazioni.(www.hessemontagnola.ch).

In più, nel Cantone viene consegnato a chi soggiorna almeno una notte in hotel, ostello o rifugio il Ticino Ticket gratuito per i mezzi pubblici: un gesto particolarmente utile per le famiglie. (www.ticino.ch)

Spettacolari poi sono i sentieri sul Lago di Lucerna, dove si può arrivare direttamente con i battelli che fanno la spola tra le diverse località. Tra le novità per gli appassionati di trekking, l’escursione sul Grosser Mythen per godere da qui lo spettacolo dell’alba, sul Pilatus, raggiungibile con la cremagliera più ripida del mondo e dove si ammira il lago e ben 73 vette alpine, sono segnalati tre percorsi comodi adatti alle famiglie e con una sosta rifocillante in uno dei ristoranti in quota.

Dalla bellissima Lucerna si può arrivare in battello e poi in funicolare sul Burgernstock, dove si sviluppano sentieri circolari tra rocce con vista a strapiombo sul lago, dove c’è l’ascensore open air più alto d’Europa, 153 metri in un minuto lungo la parete dell’Hammetsch per un tuffo metaforico nelle acque, e la nuova zip line adatta ai più avventurosi. (www.luzern.com)

Sempre nel centro della Svizzera la regione di Interlaken si dimostra preziosa per i sentieri e l’escursionismo. A tre ore da Milano, da Zurigo o da Ginevra, è adatta a chi ama gli sport estremi e a chi vuole camminare per scoprire cascate, borghi medievali e un panorama unico tra Eiger Monch e Jungfrau. C’è anche la possibilità di godere di rilassanti crociere sul lago di Brienz per raggiungere i villaggi di pescatori o di concedersi
le spa e le terme o visitare antichi castelli sulle sponde del lago di Thun. (www.interlaken.ch).

Infine, i vari sentieri della Svizzera collegano molte città. Ad esempio con la Via Alpina si attraversano sei Cantoni ricchi di spunti culturali e geologici, tra ampie carrozzabili e ventosi sentieri di crinale, con un mondo di flora e fauna tra i più variati al mondo: sono 20 tappe e 390 km che portano da Vaduz in Liechtenstein a Montreux sul lago di Ginevra.

Oppure il percorso in cresta del Giura, uno dei più antichi della Svizzera, tra Zurigo e Ginevra, con 320 km e 15 tappe. Il Giura, poi, è famosa per le numerose fattorie biologiche: lungo il Chemins du bio è possibile scoprirne una trentina e degustare i prodotti tipici, oltre che soggiornare nelle strutture tipiche e vivere l’atmosfera della Svizzera rurale.

Tra i sentieri tematici, un ruolo importante è quello della Via del Frumento: 80 km da percorrere a piedi o in bici tra le campagne del Canton Vaud tra campi di grano, dolci colline e piccoli borghi di campagna. Una delle soste prevede anche la possibilità di imparare a fare il pane, oltre che a dormire sulla paglia in una delle tipiche fattorie bio della zona, alcune dotate anche di spa eco friendly.

Ovviamente tutti questi sentieri si possono affrontare in parte, magari aiutandosi con il trasporto pubblico, ma sempre immersi nella splendida natura della Svizzera.

Info www.svizzera.it info@switzerland.com numero verde 00800 100 200 30

Foto www.myswitzerland.com
www.interlaken.ch
dreamstime.com

90 Condivisioni

Lascia un messaggio