Primavera al lago di Costanza, immersione nella natura

Un’immersione nel blu e nel verde, tra acque limpide, vegetazione rigogliosa e giardini fioriti. La primavera al lago di Costanza è un’esperienza in totale libertà a contatto con la natura.

Tra dolci colline, vette alpine e cammini pianeggianti a bordo acqua, attraversando tre Paesi
e un Principato, il territorio offre centinaia di attrazioni ed esperienze per tutti i gusti:
escursioni in alta quota, percorsi nel verde, visite culturali a borghi, città e castelli, soste
gorumet e tante tradizioni.

La primavera al lago di Costanza è anche e soprattutto i fiori e i colori dei giardini centenari.
Una natura rigogliosa, la brezza alpina e il clima del lago fanno del Bodensee un microcosmo speciale per la coltivazione dei giardini, che qui si possono scoprire anche come un meraviglioso viaggio nel tempo – dall’orticello monastico di Valfrido Strabone celebrato nel suo poema “Hortolus” del IX secolo ed oggi ricostruito sull’Isola di Reichenau, luogo della sua giovinezza, passando attraverso i labirinti e le geometrie barocche nel verde del Castello di Salem, fino ai giardini della casa di Hermann Hesse, idillio campestre dove il premio Nobel all’inizio del Novecento si dedicò alla coltivazione di frutta e fiori.

Gli appuntamenti della primavera al lago di Costanza sono vari. Ad esempio, l’esposizione orticola Landesgartenschau nella storica Überlingen reinventa gli spazi verdi e ridisegna i suoi parchi e la Promenade sul lago, arricchendosi di aree di gioco e di svago, per una celebrazione lunga sei mesi, dal 9 aprile al 17 ottobre 2021. Il tutto per ammirare architetture
e nuove concezioni del verde nello spazio, in chiave ecologica.

A Lindau, invece, la primavera al Lago di Costanza sboccia dal 20 maggio al 26 settembre 2021 con l’esposizione floreale Bayerische Gartenschau, che ha lo scopo di dotare di nuovi spazi verdi e soluzioni innovative la destinazione prescelta, ogni due anni.

Durante tutta l’estate, manifestazioni, concerti e get-together celebreranno la vita nel verde e all’aria aperta. Il Museo d’arte di Lindau presenta, dal 1° maggio al 31 ottobre, una mostra dedicata ai colori e alla natura nei quadri di Marc Chagall.

Ma è l’isola di Mainau quella che più incarna lo spirito della primavera al lago di Costanza, dove i roseti e i giardini esplodono nella loro bellezza. In quest’oasi di pace e bellezza, visitabile dall’alba al tramonto, si scoprono meravigliosi giardini, fioriture e arboreti, ma anche una casa delle farfalle e un castello barocco, il tutto impreziosito, quest’anno, dalle sculture d’acqua dell’artista polacca Malgorzata Chodakowska.

Inoltre, le Lunghe Notti dei Giardini del Lago di Costanza, previste dal 4 al 6 giugno e dal 3 al 5 settembre, consentiranno l’accesso a numerosi parchi, oasi urbane, chiostri e giardini privati in tutta la regione con un programma fino a notte inoltrata. Musica, spettacoli culinari e mostre ad hoc attendono i visitatori.

La primavera al Lago di Costanza Occidentale dedica i mesi di maggio e giugno al potere delle erbe, dalla mandorla alla verbena. Esposizioni, menù dedicati nei ristoranti, mercati speciali e nelle città, o trattamenti particolari a base di piante nelle SPA degli hotel – tutto ruoterà attorno alle proprietà curative ed estetiche delle erbe.

Non solo, nel Bodensee si può anche esplorare i sentieri delle mele e quelli del formaggio, oltre quello del luppolo nella zona tedesca, si può circumnavigare il lago per 270 chilometri lungo la Bodensee Rundwanderweg, il cammino circolare che permette di esplorare tre Paesi, città rivierasche, borghi e castelli, ma anche boschi e gole profonde (8- 10 giorni di cammino), in Austria, i boschi del Vorarlberg invitano al Forest Bathing, per respirare, ritrovarsi e rallentare il proprio ritmo tra i profumi e l’incanto verde di abeti, tigli, olmi e frassini, mentre in Svizzera San Gallo propone tra le altre cose un tour gastronomico dal centro storico alla Valle del Reno, con pause panoramiche e tappe gourmand in tre diversi ristoranti,
dall’antipasto al dessert; oppure lo zaino con kit per la fonduta, da consumare come take-away nella natura, che include formaggio, pane, ottimo vino bianco e tutti gli accessori.

Insomma, la primavera al lago di Costanza è un’occasione unica per vivere a contatto con la natura e in libertà.

Info: www.bodensee.eu

Foto: Internationale Bodensee Tourismus GmbH

Si ringrazia l’ Internationale Bodensee Tourismus GmbH per le foto dell’articolo

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/news/mele-vigneti-e-foliage-lautunno-del-lago-di-costanza.html
https://www.latitudinex.com/europa/costanza-ai-piedi-della.html

31 Condivisioni

Lascia un messaggio