Picasso, un anno di celebrazioni in Spagna

Un anno intero sotto il segno di Pablo Picasso. In Spagna il 2023 si è già aperto con le celebrazioni, lunghe dodici mesi, del pittore e della sua morte, avvenuta 50 anni fa, l’8 aprile 1973.

Malaga, Madrid, Barcellona sono solo alcune delle città coinvolte nei festeggiamenti, tra mostre, esposizioni e appuntamenti esclusivi.

Seguendo la vita e il percorso artistico di Picasso, si possono visitare
le città dove ha abitato e lavorato, oltre che in Spagna, anche in Francia
dove ci saranno altri festeggiamenti in suo onore.

Punto di partenza di questo curioso itinerario spagnolo è Malaga, dove Pablo
Ruiz Picasso nacque il 25 ottobre 1881. Vi visse per dieci anni e alcune
esperienze da bambino resteranno per sempre ancorate alla sua memoria, come le colombe della Plaza de la Merced, il flamenco nelle strade, i pomeriggi nell’arena con suo padre.

A Malaga sono previste tre mostre importanti durante l’anno. Picasso: materia e corpo sarà al Museo Picasso di Malaga dall’ 8 maggio 2023 al 10 settembre 2023.
Le età di Pablo, invece, si svolgerà al Museo Casa Natal Picasso Málaga dal 21 giugno 2023 al 1 ottobre 2023. Infine, L’eco di Picasso dal 2 ottobre 2023 al 24 marzo 2024 al Museo Picasso Malaga.

Nella città dell’Andalusia, meta perfetta per un city break in ogni stagione,
una visita è d’obbligo, anche al di fuori delle celebrazioni per il pittore,
al Museo Picasso. Aperto nel 2003, il museo risponde al desiderio dell’artista
che la sua opera fosse presente stabilmente nella città dove nacque.

La creazione del Museo Picasso Málaga si deve alla volontà comune di Christine e Bernard Ruiz-Picasso, nuora e nipote dell’artista, le cui donazioni costituiscono
il nucleo dei suoi fondi d’arte, così come della Giunta Regionale dell’Andalusia, che ha articolato un grande progetto museale. La collezione permanente del Museo Picasso Málaga è composta da 233 opere, più 166 opere di Pablo Picasso cedute in comodato dalla Fondazione Almine e Bernard Ruiz-Picasso per l’Arte (FABA)

Nelle sale del rinascimentale Palazzo di Buenavista, si possono contemplare dipinti, sculture, disegni, ceramiche e incisioni dell’artista, selezionati per sottolineare tematicamente gli aspetti più rilevanti dell’eredità artistica di Pablo Picasso: la sua relazione con Malaga, la versatilità del suo talento creativo, la sensibilità per la disuguaglianza, l’importanza nei suoi dipinti del suo circolo di persone intime e della vita quotidiana.

Allo stesso modo, riflette il protagonismo storico che ebbe in quanto creatore del cubismo e dell’invenzione di immagini come sintesi di multipli prospettive tanto formali quanto concettuali.

La sua forma di guardare i temi classici della storia della pittura, come il
ritratto, la natura morta, il paesaggio, il nudo. Così come la profonda relazione
di rispetto, ispirazione e antagonismo che mantenne con i grandi maestri.

Nel Palazzo di Buenavista è possibile inoltre visitare un sito archeologico con reperti archeologici che rivelano la presenza di vita fenicia, romana e rinascimentale e apprezzare la storia di Malaga.

Altra città importante per la formazione di Picasso è La Coruña, dove la famiglia si stabilì nel 1891, quando il giovane Pablo aveva 10 anni. Picasso si unì alla Scuola d’Arti e Mestieri dove, accompagnato dal padre, iniziò a disegnare e dove partecipò a una mostra per la prima volta. Questo soggiorno di quattro anni a La Coruña l’artista sopporterà il peso del lutto per sua sorella Conchita.

La mostra in programma per l’anno delle celebrazioni è Picasso bianco nel ricordo azzurro, dal 23 marzo 2023 al 23 giugno 2023 al Museo de Belas Artes da Coruña.

Seguendo la vita dell’adolescente Picasso, fondamentale è una tappa a Barcellona,
città alquanto cosmopolita e artistica. Qui Pablo visse nove anni e qui passerà dall’essere un giovane apprendista alla Scuola delle Belle Arti a partecipare nell’avanguardia artistica catalana con i suoi amici RamónCasas, Santiago Rusiñol e Carles Casagemas. È con loro che scoprì le forme e i colori della campagna catalana, prima di viaggiare a Parigi.

Le mostre di Barcellona sono: Daniel – Henry Kahnweiler, già iniziata
al Museo Picasso Barcelona, fino al 19 marzo 2023, Ma è possibile che l’abbiano fatto prima di me? Picasso e la ceramica spagnola nelle collezioni del Museu del Disseny de Barcelona, in corso e con termine il 30 settembre 2023, e Mirò – Picasso, dal 19 ottobre 2023 al 24 febbraio 2024 al Museo Picasso Barcelona.

Un’altra sosta imperdibile in questo itinerario spagnolo sulle orme di Picasso è
Madrid. Iscritto alla Real Academia de Bellas Artes de San Fernando, il giovane Pablo trascorse pochissimo tempo a Madrid. Tuttavia, il Museo del Prado, dove è elencato come copista, rimarrà per sempre nella sua memoria.

Nella capitale le mostre dedicate all’artista sono iniziate già da fine 2022 e sono talmente tante che è difficile elencarle tutte: tra le più importanti,
Picasso. Capolavori della collezione Nahmad dal 29 marzo 2023 al 2 luglio 2023 alla Real Academia de Bellas Artes de San Fernando; Picasso – El Greco al Museo Nacional del Prado dal 13 giugno 2023 al 17 settembre 2023; Picasso. Il sacro e il profano dal 2 ottobre 2023 al 14 gennaio 2024 al Museo Nacional Thyssen-Bornemisza; Picasso vs. Velázquez, tra settembre e novembre 2023 alla Casa de Velázque; Picasso 1906: la grande trasformazione, al Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, dal 14 novembre 2023 al 4 marzo 2024.

Infine, nell’itinerario spagnolo si può visitare Bilbao, dove è prevista
una mostra dedicata all’artista al al Museo Guggenheim, Picasso: materia e corpo, dal 29 settembre 2023 al 14 gennaio 2024.

Picasso non è vissuto a Bilbao, però la cittadina di Guernica si trova ad
appena 35 km. Oltre il forte carico di simbolismo per questo tragico episodio
durante la guerra civile spagnola, con l’avvento della democrazia, Bilbao
aderisce al movimento cittadino per il ritorno dell’omonimo capolavoro
dell’artista in Spagna dal Museum of Modern Art di New York.

Inoltre, per l’anno Picasso ci saranno più di 40 mostre in tutto il mondo, oltre a una grande diversità di seminari, presentazioni e attività culturali intorno all’evento. Ma visitare le città dove visse e le esposizioni a lui dedicate in Spagna è un valore aggiunto alle celebrazioni. In fondo la Spagna ispirò Picasso.

Info:
www.spain.info/picasso

Foto ©Ente Spagnolo del Turismo_Turespaña
©Museo Picasso Malaga, Pixbay, dreamstime.com

Si ringrazia Ente Spagnolo del Turismo_Turespaña per la gentile concessione di 15
foto a corredo dell’articolo

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/europa/bilbao-cuore-antico-nellarte-moderna.html
https://www.latitudinex.com/europa/marbella-cuore-antico-tra-le-spiagge-andaluse.html
https://www.latitudinex.com/europa/ubeda-e-baeza-tesori-rinascimentali-in-andalusia.html
https://www.latitudinex.com/europa/barcellona-dove-nacque-il-modernismo-catalano.html

2 Condivisioni

Lascia un messaggio