Pecore e statue allo Yorkshire Sculpture Park

{gallery}/Yorkshire/Yorkgallerypark{/gallery}

L’arte contemporanea è a portata di mano e di… passeggiata. Qui i 250 mila visitatori l’anno vengono ad ammirare le molte sculture imperiorose di Henry Moore, la vasta “The Family of Man”, inno all’umanità di Barbara Hepworth, gli “alberi”  moderni di Dennis Oppenheim fatti con bidoni della spazzatura, bidet, sedie di plastica e oggetti di ogni giorno, i simpatici conigli formato gigante di fil di ferro di Sophie Ryder, quasi un simbolo dello stesso parco. Ma i turisti si dedicano anche ai picnic sul prato, portano i bimbi a godersi il verde, guardano le oche del Canada e gli aironi ospiti dei ruscelli. Oppure vanno a fare uno spuntino nel ristorante del sito: gli ingredienti delle ricette gustose proposte sono tutti locali, il vero pasto a chilometro zero. Sul lago, poi, ci sono gli alveari, innavvicinabili per difendere le api, i cui preziosi ricavati diventano una linea di prodotti di bellezza e benessere, in vendita nel negozio del parco. Dove, giusto per rimanere in tema artistico, vengono proposte le originali creazioni di gioielleria di nuovi designer, fatti a mano con ghiande, foglie e fossili o con elaborate strutture come quelli di Arzu Keles, creativa turca trasferita in Inghilterra.

{gallery}/Yorkshire/Yorkgallerypark1{/gallery}

Calate nel verde e nella natura, ombreggiate dagli alberi, le sculture sembrano vivere di nuova luce: anche il meno addetto ai lavori riesce a comprendere cosa lo scultore abbia voluto esprimere, i bambini corrono tra una statua e l’altra, le oche starnazzano lì vicino mettendo in riga i tantissimi anatroccoli che sembra vadano a scuola di addestramento, i cani annusano le fondamenta delle opere in bronzo, le pecore si piazzano sotto l’ombra, i rododendri e le azalee in fiore colorano gli angoli del giardino. Perchè lo Ysp è anche un santuario naturalistico con le Highland Cattle, le tipiche mucche lanose scozzesi, gli scoiattoli grigi, le cinciallegre, i cigni, i fagiani, i picchi, le farfalle, le rane, vari insetti, oltre a narcisi, bucaneve, primule, ninfee, edera, funghi. Una forma di approccio all’arte davvero divertente e interattiva per tutti con qualcosa di familiare e bucolico che si apprezza al meglio nelle giornate di sole.

{gallery}/Yorkshire/Yorkgallerypark2{/gallery}

Informazioni:  Sito ufficiale regione YORKSHIRE  e Blog Ufficiale B2Y  
In collaborazione con Visit Britain e Jet2.com

0 Condivisioni

Lascia un messaggio