Olimpiadi in Francia, non solo sport

Sedici città e un territorio d’oltremare sono in attesa delle Olimpiadi in Francia nel 2024.
Esattamente dopo cento anni dagli ultimi Giochi estivi organizzati a Parigi, il Paese si sta preparando ad ospitare il più grande evento sportivo al mondo.

Dal 26 luglio all’8 settembre le Olimpiadi in Francia metteranno sotto i riflettori non solo
gli stadi e gli spazi dedicati alle varie discipline, ma anche le città, i borghi e le regioni. Quindici giorni di gare olimpiche e dieci giorni di gare paraolimpiche renderanno Parigi cuore pulsante di tutto il pianeta, attirando l’attenzione di circa tre miliardi di spettatori.

Seguendo un nuovo modello, i Giochi risplenderanno per il loro carattere festivo e rivoluzionario,
portando lo sport in luoghi inediti: ai piedi della Tour Eiffel, nel Grand Palais, davanti a Les Invalides, in Place de la Concorde, nel parco della reggia di Versailles, sulla Senna.

Non solo Parigi, però, per le Olimpiadi in Francia. Ogni angolo del Paese sarà teatro di competizioni agguerrite e metterà in mostra il patrimonio culturale, artistico, naturale e sportivo. Da Bordeaux a Saint Etienne, da Lione a Marsiglia, da Nizza a Nantes, da Lille a Chateauroux, ma anche nella Polinesia francese, dove le onde di Teahupo’o ospiteranno le gare di surf: tutta la Francia verrà coinvolta nell’evento.

Tanti i progetti, tutti improntati sull’eco sostenibilità e il green, per accogliere gli atleti e gli spettatori in ogni città: dal trasporto gratuito nei weekend a Nantes a una navetta speciale e nuove piste ciclabili a Chateauroux, dall’inclusività di Bordeaux ai collegamenti in treno da Lione per scoprire l’intera regione Alvernia-Rodano-Alpi, fino ai nuovi city pass di Marsiglia.

Il tutto senza dimenticare i punti forti del turismo in Francia, come la gastronomia, il savoir faire e l’artigianato, la natura e il patrimonio storico e culturale.

Cuore delle Olimpiadi in Francia sarà Parigi, anch’essa rivoluzionata nell’impatto green e inclusivo. Grazie ai Giochi, con le gare di triatholon, paratriathlon e nuoto di fondo che si svolgeranno sulla Senna, tra la torre Eiffel e Les Invalides, la balneabilità delle acque aperte permetterà agli abitanti di riappropriarsi dei loro corsi d’acqua, di riscoprire la bellezza
del nuoto e di rendere le città più resistenti alle alte temperature estive.

Al termine dei giochi, 23 siti di balneazione in 16 comuni della Metropole du Grand Paris, tra cui cinque nella capitale, resteranno aperti. Inoltre, riqualificazione di un quartiere, come Saint Denis, che ospiterà il villaggio olimpico, con nuove costruzioni, alloggi e sedi di uffici, il Grand Paris Express, una rete di metro di 200 chilometri di collegamenti diretti.

Già l’apertura delle Olimpiadi in Francia sarà qualcosa di innovativo: Parigi farà da cornice ad uno spettacolo unico. Il 26 luglio la più grande cerimonia della storia olimpica avrà luogo su sei chilometri lungo la Senna e permetterà a centinaia di migliaia di spettatori di partecipare, con accessi per la maggior parte gratuiti.

Invece, la cerimonia per i Giochi Paraolimpici si svolgerà il 28 agosto dagli Champs Elysées fino a Place de la Concorde.

Inoltre, accanto alle gare vere e proprie, si svolgeranno una serie di eventi, manifestazioni e feste che metteranno al centro il patrimonio monumentale e naturale del Paese. E per i più curiosi, l’ente del Turismo francese, Atout France, ha ideato una serie di itinerari nelle regioni per vivere e scoprire al meglio i dintorni dei luoghi che ospiteranno le gare delle Olimpiadi in Francia.

Info:
www.france.fr/it/
Foto: Pixabay, dreamstime.com, Sonia Anselmo

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/europa/marais-cultura-e-spirito-bohemien-a-parigi.html
https://www.latitudinex.com/europa/invalides-a-parigi-napoleone.html
https://www.latitudinex.com/europa/versailles-la-grandezza-del-re-sole.html

0 Condivisioni

Lascia un messaggio