Lavaux: musica, vino e Corto Maltese

La zona è famosa per la grande produzione vinicola. Con i suoi 800 ettari di vigne il Lavaux è infatti la regione dei vini più estesa di tutta la Svizzera. Una storia lunga quella della produzione del nettare d’uva, visto che già i monaci nel nell’XI Secolo coltivavano la vite sui ripidi pendii che si affacciano sul lago. Nel tempo i contadini, hanno plasmato il territorio scolpendo terrazzamenti, che si affacciano a picco sulle alture. Il Lavaux, con i suoi quattordici paesini e cittadine, rispecchia in modo impressionante l’intensivo sfruttamento della vite e la formazione di un vivace paesaggio culturale che permette di riconoscere la continuità e lo sviluppo di tradizioni culturali specifiche.

Una strada stretta e pittoresca che si snoda attraverso i vigneti inizia da Lutry e collega Chexbres passando per Riex ed Epesses. Da qui è possibile ammirare fantastiche vedute sul Lago Lemano, la Savoia e le Alpi. La regione è stata anche visitata da personaggi famosi. Poeti, musicisti, attori, politici e scultori non hanno saputo resistere al fascino del paesaggio. Tra le tante celebrità che hanno passeggiato tra i vigneti: Charlie Chaplin, Graham Greene, Victor Hugo, Ernest Hemingway e Jean-Jacques Rousseau hanno trovato ispirazione per le loro opere. Ma il più importante di tutti è senza dubbio Hugo Pratt. Per questo nel centro del piccolo paese di Granvoux, è stata recentemente inaugurata una cantina: il Caveau Corto (www.caveaucorto.ch), dedicata al marinaio Maltese.

Mini itinerario

Lutry – Questo comune medievale riveste una grande importanza storica. Il centro, in ottimo stato di conservazione, con le sue strette viuzze e i suoi numerosi hotel particolari e le case patrizie del XV e XVIII Secolo, è classificato monumento storico protetto.

Statua di Corto Maltese – L’autore di fumetti Hugo Pratt ha lavorato dal 1949 al 1959 per diverse riviste argentine, inglesi e italiane. Il suo personaggio più famoso è entrato a pieno titolo nella storia del fumetto letterario. Pratt si è trasferito a Grandvaux, vicino a Losanna nel 1984. Una delle sue ultime realizzazioni riguarda gli ultimi istanti della vita di Antoine de Saint-Exupéry: “L’ultimo volo”.

Saint-Saphorin – La storia del villaggio vitivinicolo di Saint-Saphorin, apprezzato per i suoi stretti vicoli e l’originalità del campanile della chiesa, risale all’epoca degli antichi Romani. La chiesa venne costruita nel 1530 nello stesso luogo in cui si trovava un mausoleo del V Secolo. All’interno della chiesa, un altare e una pietra miliare dell’anno 53 sono i testimoni di quell’epoca.

Il Treno delle Vigne – Il Train des vignes circola per dieci minuti tra i vigneti di Vevey fino a Puidoux passando per Chexbres. Da questa località, che si merita l’appellativo di “Balcone del Lemano”, si ha una stupenda veduta sul Lago, le Alpi e le collinette. Il ritorno a Vevey si effettua preferibilmente a piedi. Si tratta di un sentiero pedestre di quattro chilometri, che attraversa i vigneti di Lavaux.

 

  Clicca qui per vedere la mappa su Google

  Articoli correlati:
 Losanna, come per incanto tra passato e futuro

Si ringraziano i siti www.lutry.chwww.saint-saphorin.ch per la gentile concessione delle foto

0 Condivisioni

Lascia un messaggio