Lake District, suggestioni fiabesche della natura inglese

L’atmosfera è romantica e seducente, con i cigni pigri sulla sponda, l’arrivo degli invitati al matrimonio con i grandi cappelli tipicamente inglesi, la piccola cappella circondata dai fiori. Il Lake District non a caso ha ispirato la fantasia e la creatività degli scrittori e degli artisti.

Questa zona, parco naturale, della Cumbria nell’Inghilterra del nord tra monti, boschi e i laghi, come i sedici che le danno il nome, è qualcosa di quasi impalpabile, che sembra immerso per sempre nei romanzi di fine Settecento e tutto l’Ottocento, tra Jane Austen e le sorelle Bronte, che da qua ci sono anche passate, o nelle opere dei
Poeti del Lago, che si ispirano proprio a quest’area naturale.

Se poi si viene in autunno quando la natura colora di rosso e oro tutto quello che circonda, la sensazione
di essere in un luogo fiabesco aumenta.

Il Lake District è amato come meta per le attività sportive, per i weekend, per il relax, ma è ancorato nella memoria collettiva inglese per essere la patria di Beatrix Potter, l’illustratrice e scrittrice, autrice di Peter Rabbit, Peter il coniglietto.

Le sue storie sono da sempre quelle più lette per l’infanzia, sin dalla fine dell’Ottocento quando furono realizzate. La passione per la natura, per gli animali e per la pittura della Potter si riflette sulle
sue opere e sono ispirate al Lake District.

Anzi, nel 1905 la scrittrice comprò, grazie agli introiti sostanziosi dei suoi libri, alcuni terreni vicino al
villaggio di Near Sawrey e numerose fattorie adiacenti per preservare il paesaggio collinare. Beatrix Potter lasciò in eredità questi terreni al National Trust e oggi costituiscono gran parte dell’area naturale protetta del Lake District National Park.

Molto al Lake District parla della Potter, come le vetrine nei negozi dei villaggi e borghi affacciati
sui laghi, dove vengono esposti i suoi libri e i personaggi delle sue storie, soprattutto il coniglietto
Peter.

Oggi si può visitare la casa dove abitò Beatrix, al villaggio di Near Sawrey: il cottage del XVII secolo
è stato trasformato in museo per volere della stessa autrice, gli interni sono rimasti quasi intatti, come
se la scrittrice fosse ancora viva.

La casa può essere raggiunta in auto, ma si può anche arrivarci via lago, attraversando il Windermere in traghetto, e poi percorrere un sentiero panoramico di circa tre chilometri fino al museo.

Il giro in battello sul Windermere è sicuramente una delle attività più suggestive da fare nel Lake District. Il lago naturale più grande dell’Inghilterra è il punto centrale della zona, dalle colline intorno si ammira
un panorama mozzafiato, ci sono moltissimi sentieri escursionistici da fare a piedi o in bici, si può
noleggiare una barca a remi e pescare.

Un’altra attività molto popolare al Lake District è il trekking: numerosi sono i percorsi, da quelli adatti a tutti
a quelli per i più allenati, che permettono di immergersi nella natura incontaminata del parco. Come quelli che
salgono al Scafell Pike, la montagna inglese più alta, che sono abbastanza impegnativi ma regalano una volta in cima viste incredibili su tutta la regione.

La natura è l’elemento fondamentale del Lake District, perfetto in ogni stagione: d’estate tutto si ricopre di verde, in inverno le montagne vengono ammantate dalla neve, ma è l’autunno il periodo in cui la bellezza sembra esplodere con le foglie e gli alberi che si incendiano d’oro, giallo, arancio e rosso.

Non a caso, molti artisti e scrittori si sono ispirati alle meraviglie della zona. Non solo Beatrix Potter, ma anche William Wordsworth di cui si può fare un tour sulle sue orme e visitare il Dove Cottage, ora museo pieno di cimeli, e gli altri cosiddetti Poeti del Lago, come Coleridge e Southey, fondatori del Romanticismo.

Al Lake District, però, non c’è solo natura e cultura, ma anche tanti villaggi e borghi tipicamente inglesi,
con i loro cottage in pietra, i giardini perfettamente curati, i pub pieni di vita, come Kendal nel sud della Cumbria, o Keswick.

In una tradizione che si ripete dal 1276 quando re Edoardo I lo instaurò, la cittadina è sede di mercato, imperdibile per acquistare prodotti gastronomici della regione e artigianato locale: si tiene ogni giovedì e sabato.

Con il suo aspetto così Old English, Keswick è perfetta come base ideale per esplorare la parte settentrionale, praticare molte attività sportive e visitare antichi siti, come Castelrigg con il suo cerchio di pietre, musei, distillerie di gin e altri liquori, e i borghi vicini.

Ma soprattutto per ammirare l’area di Borrowdale con la straordinaria bellezza delle tre valli, l’isola di St Herbert, santuario di eremiti nel VII secolo, e il lago Derwentwater. Uno dei luoghi più incantevoli del già fiabesco Lake District.

Info www.visitbritain.com/it/it
www.visitcumbria.com/

Foto Sonia Anselmo, www.visitcumbria.com/ , www.visitbritain.com, Pixabay

Articoli correlati:
https://www.latitudinex.com/rubriche/curiosita/pride-prejudice-dimore-e-parchi-come-location-in-gb.html
https://www.latitudinex.com/europa/cotswolds-itinerario-in-bus-tra-borghi.html

13 Condivisioni

Lascia un messaggio