Fuochi d’artificio a Montecarlo

 

{gallery}/pmonaco/pmonacogallery1:190:150{/gallery}
Non solo fuochi d’artificio, ma anche il tradizionale Festival del Circo, tanto amato dalla Principessa Stefanie che ha voluto persino organizzare alcune cene gastronomiche in uno dei raffinati hotel dove si può mangiare assistendo ad uno show degli acrobati. E poi i consueti concerti di grandi artisti, da Eros Ramazzotti a Rihanna, e quelli di musica classica nel cortile del Palazzo Reale. Questi offrono anche un’ottima occasione per visitare la maestosa residenza sulla piazza affacciata sul mare, grande spazio aperto dopo esser passati nelle stradine medievali della Rocca. Place du Palais, con i turisti asseragliati a fotografare il panorama  e il quotidiano cambio della guardia,  è legato a doppio filo alla favola di Ranieri e Grace, che ancora riesce a stregare i romantici di ogni epoca. Qui la coppia viveva, ora ci abita il Principe Alberto II  che funge pure da guida per chi vuole visitare la residenza: la sua voce registrata accoglie con le spiegazioni storiche chi è curioso di vedere cosa ci cela dietro il grande portone. Sono sale con oggetti di famiglia, ma soprattutto c’è il Cortile d’onore, con una scalinata a doppia rampa, dove l’estate, appunto, si svolgono i concerti di musica classica. Invece, gli amanti del musical hanno a disposizione direttamente da Broadway la nuova versione di “West Side Story”, in cartellone al Grimaldi Forum. Il grande spazio destinato alla cultura è un continuo calderone di spettacoli ed eventi. In particolare, quest’anno si svolge la prestigiosa mostra dedicata a Pablo Picasso, fino al 15 settembre.  Il pittore amava soggiornare in Costa Azzurra per trarre ispirazione dalla luce mediterranea e il mare. Tra il 1920 e il 1939, affittò una quindici volte, ville  nei dintorni di Juan-les-Pins e quindi ad Antibes e Mougins. “Picasso Côte d’Azur” rende omaggio a questo amore ricambiato, con oltre cinquanta opere provenienti da musei prestigiosi fra cui il MoMA e il Guggenheim di New York, lo Stedelijk Museum di Amsterdam,  il MNAM-Centre Pompidou di Parigi e molti altri prestiti, per lo più raramente esposti al pubblico e provenienti dalla successione Picasso e da collezioni  private nazionali e internazionali. Il percorso offre un’esauriente panoramica su una produzione intimista dell’artista, rivelando l’evoluzione artistica di Picasso  attraverso disegni e gouache su carta creati in Costa Azzurra durante un periodo delicato della sua vita, tormentato soprattutto dalle notizie degli eventi politici che arrivavano dalla Spagna, suo paese natale.  Un altro genio artistico contemporaneo offre una curiosità ai visitatori di Montecarlo: lo stilista Karl Lagerfeld ha debuttato come architetto rielaborando gli spazi esterni dell’Hotel Métropole in un grande progetto architettonico appena ultimato. Vera  opera d’arte è uno spettacolare paravento di vetro che rievoca il viaggio di Ulisse è il must del nuovo allestimento. Lusso spettacolare come quello degli edifici più caratteristici di Monaco: il Grand Hotel, l’Hotel de Paris, lo Sporting Club e ovviamente il Casinò, che ha visto vincere e perdere fortune al gioco teste coronate, artisti e intellettuali. E poi i ristoranti regno dei grandi chef stellati e  il porto con gli yacht di ogni misura (dal 25 al 28 settembre c’è il festival): un mix di bella vita, miliardari, champagne e cibo gourmet che sembra deliniare il ritratto del Principato. Sotto questa “scorza” rilucente, quello che è il più piccolo stato sovrano del Mondo è luogo super efficiente, dove si è lottato per strappare il terreno al mare, si è costruito grattacieli, strutture design, centri commerciali e ampi parcheggi. Oggi, anche per volere del Principe Alberto, sembra votato all’ecologia e l’emblema di questa passione è il Museo Oceanografico. Voluto nel 1910 dal Principe Alberto I in un palazzo a picco sul mare, è dedicato a illustrare la vita negli abbissi, con acquari, sale espositive e mostre. È sicuramente una delle mete di Montecarlo più amate dai bambini: d’estate, poi, si organizzano alcuni eventi tematici per tutta la famiglia, come la possibilità di toccare gli squali. Un brivido per grandi e piccini che potranno divertirsi a Montecarlo grazie alle tante proposte culturali e non che dominano l’estate principesca.
{gallery}/pmonaco/pmonacogallery2:190:150{/gallery}

compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

Foto e info www.visitmonaco.com

0 Condivisioni

Lascia un messaggio