Francia, un anno di giardini, cultura e grandi eventi

Castello di Villandry

Giardini, anniversari, grandi eventi, cultura e gastronomia. La Francia riparte da queste caratteristiche per far scoprire ai visitatori un volto nuovo. Come è stato presentato durante una bella serata a Roma, il Paese propone ben 17 buone ragioni per andare alla scoperta del suo territorio. Sono tantissimi i consigli da prendere al volo, di ogni genere e adatti a tutti i gusti.

Il tema principale, quasi un filo rosso che unisce tutte le regioni, sarà quello dei giardini. Impegnate in prima fila saranno la Valle della Loira e la Costa Azzurra con nuove aperture e sentieri inediti. Ad esempio la stagione culturale dei “Giardini nella Valle della Loira” riunirà nel 2017 circa 80 protagonisti, da Chambord ad Angers.

Una programmazione che inizierà a marzo per continuare fino alla giornata di Santa Caterina,
patrona dei giardinieri, a novembre. In calendario, oltre alla visita ai numerosi borghi e agli spettacolari castelli, ci saranno creazioni di giardini storici, mostre, eventi e manifestazioni.

Al Domaine de Chambord, i giardini alla francese voluti da Luigi XIV si riapprioperanno dello loro spazio davanti allae facciate nord ed est del castello con una superficie di sei ettari e uno scenario paesaggistico unico, mentre è stato ripiantato il vigneto voluto da Francesco I e la prima vendemmia è prevista per il 2019 per i cinquecento anni del palazzo.

Al Castello di Chenonceau e a quello di Valencay saranno inaugurati nuovi giardini. Al Castello reale di Amboise sarà organizzato un giardino sulla Terrasse de Naples e al Castello reale di Blois ci sarà una mostra dedicata a Gastone d’Orléans e saranno proposte le visite “Mormorii Notturni” al lume di una torcia. Tra gli appuntamenti imperdibili, la 26esima edizione del Festival Internazionale dei Giardini al Domaine di Chaumont sur Loire, con il tema “Flower
Power”, tutto sotto il segno della fantasia, della ricchezza e della meraviglia. Per tutti i progetti in programma c’è il sito www.jardins-valdeloire.com.

Inoltre, la Valle della Loira, dopo l’esperimento riuscito lo scorso anno con l’apertura dei castelli per Natale, ripropone da inizio dicembre ai inizio gennaio un lungo periodo di luci, attività ludiche e scenografie speciali all’interno dei palazzi reali, tutti caratterizzati da una dimensione magica. (www.valdeloire-france.com).

L’anno dei giardini prosegue in Costa Azzurra, con il primo festival dei giardini sul tema del risveglio dei sensi e con una sessantina di spazi aperti e con un percorso attraverso la città più importanti, unite dal verde e dai fiori (www.cotedazur-tourisme.com).

Ad Antibes Juan-Les-Pins, sarà possibile visitare il giardino di villa Eilenroc che domina
il Cap d’Antibes, oltre al roseto della città con 800 varietà e all’Espace Mer et Litoral, un
sito naturalistico mediterraneo su un promontorio roccioso. Inoltre, Antibes ospiterà molte fiere e appuntamenti legati ai fiori e ai giardini.(www.antibesjuanlespins.com)

Anche Cannes punta sulla natura, in particolare sulle isole Lérins, un’oasi di pace con sentieri botanici ideali per passeggiare e per lo jogging. Ovviamente Cannes festeggia il cinema, con il settantesimo anniversario del Festival, mentre si susseguiranno festival rinomati come quello della danza e quello dei fuochi d’artificio. Si vuole anche proporre come città dello sport, attraverso le tante attività che si possono praticare all’aperto. Come la maratona: è previsto un percorso che unisce Cannes a Nizza. (www.cannes-destination.fr)

E proprio la città della luce, dopo il drammatico attentato, sta cercando di risorgere. Nizza ha molte carte da giocare per attirare visitatori. Si comincia con il celebre Carnevale, dal 10 al 25 febbraio 2017, con il suo “Re dell’Energia”: per motivi di sicurezza è stata cambiato l’itinerario proponendo la battaglia dei fiori e la sfilata dei carri su Place Masséna. Tra le novità, iniziative per le famiglie, alberghi di charme, ristoranti vegani, il primo festival dei giardini dal 1 aprile all’1 maggio, mostre d’arte. Nizza punta anche sul cibo con un elenco di ristoranti che offrono la cucina locale e “Vira La Roda”, pranzo gastronomico di beneficenza sulla Grande Ruota panoramica. (www.nicetourisme.com)

Un’altra regione francese totalmente da scoprire è l’Occitanie, a ridosso dei Pirenei. Tantissima natura, otto siti Patrimonio Mondiale, due parchi Nazionali, 30 stazioni termali, 44 stazioni di sport invernali, 220 chilometri di costa mediterranea, 37 porti turistici, borghi storici perfettamente conservati come Carcassone e Albi. Con Tolosa che diventerà Città Europea della Scienza nel 2018, si celebra alla Cité de L’Espace con una mostra dedicata agli Astronauti con strumenti interattivi, a giugno ci sarà un festival per celebrare l’astronomia e a ottobre si avrà la possibilità di incontrare gli astronauti.

Inoltre, l’Occitanie privilegia il turismo culturale con itinerari legati ai catari e quello spirituale con Lourdes, principale meta religiosa d’Europa, mentre per l’autunno la proposta è il Mercato del Lez, una sorta di comunità di designer e artigiani sulla rive del fiume Lex a Montpellier. (www.monnouvelhorizon.com)

Non finisce certo qui la proposta turistica della Francia. Marsiglia sarà capitale europea dlelo sport e ospiterà mostre sul tema del viaggio e il mare, Avignone diventerà il regno della gastronomia con molti appuntamenti legati ai prodotti locali, come i vini, la Corsica si concentrerà sulle immersioni e sui percorsi a due ruote. Tra i grandi eventi da festeggiare i 25 anni del Parco Disneyland Paris, i 500 anni di Le Havre, i 60 anni dell’hotel Byblos mito di Saint Tropez, mentre Parigi celebra i 40 anni del Centro Pompidou, i 30 anni dalla morte di Dalida con una mostra al Museo Galliera e il centesimo anniversario dalla scomparsa di Rodin con un’esposizione al Grand Palais. Sempre a Parigi verrà inaugurato in Avenue Marceau il nuovo museo dedicato a Yves Saint Laurent.

Per raggiungere tutte queste mete francesi, Air France – KLM presenta utili novità al pubblico italiano. Dal 26 marzo 2017 il gruppo rafforzerà la sua presenza in Italia con più voli da Milano e Roma e due rotte inedite, per Catania e Cagliari. Da Milano Linate Air France continuerà ad operare due voli al giorno per Parigi Charles De Guelle, mentre la compagnia ritorna a Milano Malpensa con cinque frequenze. Tutti questi voli assicureranno facili coincidenze per 260 destinazioni nel mondo collegate da Air France o KLM. (www.airfrance.it, www.klm.it).

Info: www.france.fr

Foto: www.valdeloire-france.com, www.nicetourisme.com, www.france.fr, www.monnouvelhorizon.com, © Palais des Festivals et des Congrès de Cannes -Dervaux, Kelopian, Belin, Issock, Lagarde

0 Condivisioni

Lascia un messaggio