Berna, la bella austera federale

{gallery}Berna/bernagallery{/gallery}

Echi di storia si rincorrono per dedali e viuzze debitamente contrassegnate da cartelli colorati che indicano la vie. Eredità dell’epoca napoleonica che definiva la città in quartieri a seconda dei reparti dell’esercito: il rosso per l’artiglieria, il bianco per gli ufficiali, il giallo per la cavalleria, il verde per la fanteria e il nero per i genieri. Per apprezzare appieno la città conviene girarla a piedi perché ad ogni angolo si scoprono nuove bellezze, come il parco delle Rose che esiste da più di 100 anni, una delle vedute più belle di Berna. Lasciatevi sedurre anche dalle fontane che punteggiano gli angoli del centro storico: in tutto 26, una per ogni cantone della confederazione, la più famosa delle quali è quella di Kindlifresser: un orco che mangia i bambini. Impossibile poi non citare il simbolo di Berna: l’orso che si ritrova nell’araldica e nella storia, ma anche nella fossa a pochi passi dal centro storico che dal 2009 si è trasformata in una sorta di oasi per questi animali, qui liberi di arrampicarsi, giocare, pescare e godersi anch’essi la quiete e la lentezza della città. Infine per assaporare echi di storia si può fare un giro lungo le mura della città e immergersi nei quartieri popolari dove una volta lavandai e conciatori animavano i viottoli acciottolati. Da lì è possibile sedersi sulle rive dell’Aare e godersi la vista da uno dei ponti panoramici che accompagnano l’ansa del fiume intorno al centro storico. Oppure, per i più audaci, fare un tuffo e nuotare, spingendosi fino all’altezza del Bundeshaus.

{gallery}Berna/bernagallery1{/gallery}

Da non perdere

Bernisches Historisches Museum  e Einstein Museum
Il museo di storia della città di Berna è in un castello del 1894. Tra le tante collezioni permanenti assolutamente da non perdere quella dedicata ad Albert Einstein, in onore del fatto che la sua più famosa teoria (E=mc2) venne formulata durante il suo soggiorno a Berna, nel 1905. I sette i piani ospitano anche la collezione più importante del museo: dipinti raffiguranti ‘La danza della morte’, 1649 copie delle originali dipinte nel XVI secolo nel Monastero domenicano di Berna, andate poi perdute nel tempo. Il resto della collezione è devota a diverse raffigurazioni che vanno dalla vita paesana e agricola della Svizzera del XIX secolo, di quella della città di Berna nella storia, alla spettacolare collezione musulmana e agli originari modelli della città nel 1800. Altre collezioni includono preziosi tappeti medievali di origine fiamminga e burgunda. Info: www.bhm.ch

Zentrum Paul Klee

Il più grande museo al mondo dedicato all’opera e alla vita del pittore Paul Klee. L’edificio che ospita la mostra permanente è stato inaugurato nel 2005, realizzato su un progetto di Renzo Piano. Al suo interno si può ammirare una collezione di oltre 4.000 opere dell’artista svizzero, molte delle quali donate dalla nuora Livia Klee-Meyer e dalla fondazione Paul Klee. Info: www.paulkleezentrum.ch

{gallery}Berna/bernagallery3{/gallery}

Mangiare
Ristorante Moléson – è situato nella zona pedonale, vicino alla stazione centrale e al Palazzo Federale. Ci sono tre ristoranti sotto lo stesso tetto: il Gourmanderie, un ristorante in stile brasserie, il Petit-Moléson con l’atmosfera di un bistrot parigino, e il Greyerzerstube che dà la sensazione di cenare in uno chalet svizzero. Da assaggiare il flambées tartes o Flammkuchen, una specialità alsaziana. In estate è possibile cenare sulla terrazza della vecchia strada e sentirsi parte della storia di Berna. 
Info
: www.moleson-bern.ch.

Dormire
Hotel La Pergola – Un’oasi di pace con un bel giardino, che offre ospitalità e relax nel cuore pulsante della città. Al La Pergola, la gestione, insieme con un piccolo team, cura personalmente tutti i vostri desideri.
Hotel La Pergola – Belpstrasse 43 CH-3007 Bern Tel +41 31 941 43 43
Info: http://hotel-lapergola.hotel.sv-group.ch.

{gallery}Berna/bernagallery2{/gallery}

Come arrivare
rodoviaria_20x20In Treno – Berna dispone di un collegamento diretto alla rete ferroviaria internazionale ed è l’unica capitale europea ad essere servita dalle tre linee di treni ad alta velocità TGV, ICE e Cisalpino.
locadoras-de-carroIn Macchina – Berna è collegata alla strada europea E4. Il collegamento stradale da sud è garantito con Lötschberg o le gallerie stradali del Gran San Bernardo e del Gottardo.
In Aereo – L’aeroporto di Berna-Belp offre numerosi collegamenti internazionali. Dista 9 km dal centro città ed è collegato con autobus regolari in partenza dalla stazione ferroviaria.

Informazioni
: Bern Tourismus- Bahnhofplatz 10A – Tel. +41 (0) 31 328 12 12, Sito Web www.berninfo.com.

  compass1ok Clicca qui per vedere la mappa su Google

  mondo Articoli correlati
  Basilea città di frontiera
  Info utili sulla Svizzera

0 Condivisioni

Lascia un messaggio