Bečov, i tesori del reliquiario di San Mauro

Il vero tesoro della regione di Karlovy Vary è nascosto nel castello di Bečov. Secondo gli esperti, per il proprio valore è il più prezioso gioiello della Repubblica Ceca dopo quelli dell’incoronazione. Si tratta del Reliquiario di San Mauro un’opera d’arte realizzata dal Circolo di Colonia e della Mosa nel primo quarto del XIII secolo. È un esempio di oreficeria romanica di eccezionale qualità artistica ed artigianale, cimelio assolutamente unico sul territorio ceco. Nell’XI Secolo sorse a Florennes (nell’odierno Belgio) un convento benedettino che gradualmente ottenne una serie di reliquie di santi, tra cui quelle di San Giovanni Battista, San Mauro e San Timoteo. All’inizio del XIII Secolo fu costruito uno sfarzoso reliquiario “a casetta” per contenere le reliquie, arricchito da artisti medievali con filigrane di rame dorato e pietre preziose incastonate.

Il Reliquiario di San Mauro è l’unico del suo genere che restò nel patrimonio secolare. Il casato dei Beaufort, che possedeva anche il castello di Bečov, alla fine della Seconda guerra mondiale dovette abbandonare la Cecoslovacchia per la propria affiliazione alla Germania nazista. Prima di fuggire, i membri della famiglia nascosero il reliquiario sotto il pavimento della cappella del castello, pensando che sarebbe tornati presto a riprenderselo. Trascorsero invece quarant’anni prima che il prezioso cimelio, nel frattempo esposto all’umidità e agli agenti corrosivi e sepolto nell’argilla, potesse rivedere la luce. Nell’autunno del 1984 fu avviata, sotto il nome in codice ‘Antiquariato’, la soluzione di un caso che non aveva precedenti. Si cercava qualcosa, ma non si sapeva bene che cosa, né tantomeno dove.

Secondo le informazioni allora disponibili si poteva sapere che “nella Boemia occidentale, a circa 150 km da Norimberga, si trova un oggetto di grande valore storico, nascosto durante la Seconda guerra mondiale o poco dopo. L’oggetto non è molto grande, ma ben conosciuto nei circoli artistici, e non ha alcun rapporto con la storia cecoslovacca”. Le complesse attività di ricerca si risolsero con successo il 5 novembre 1985, quando il Reliquiario di San Mauro fu ritrovato nella cappella del castello, nascosto sotto il pavimento in legno e ricoperto d’argilla, e riportato così alla luce dopo quarant’anni. Il segreto, complesso e lungo ‘Caso di San Mauro’ si concluse favorevolmente nella primavera del 2002, quando il reliquiario fu esposto in tutta la sua bellezza nel castello di Bečov nad Teplou, cui spetta di diritto, dopo una complessa attività di restauro.

0 Condivisioni

Lascia un messaggio